Allerta siccità, scatta il divieto di utilizzare l’acqua per i giardini, e lavare auto e finestre

La decisione è stata annunciata dopo che il Tamigi ha raggiunto il livello più basso dal 2005

Allerta siccità, scatta il divieto di utilizzare l’acqua per i giardini, e lavare auto e finestre

 

La carenza di pioggie che ha caratterizzato l’intera stagione ha fatto scattare in Inghilterra un divieto di uso dell’acqua potabile per ambiti che non sono quelli espressamente legati all’alimentazione e alla pulizia del corpo.

Il divieto è stato imposto da Thames Water dalla giornata di ieri, mercoledì, e interesserà oltre dieci milioni di abitazioni e uffici specificatamente presente nell’area meridionale del paese. Il divieto andrà avanti fin quando non ci sarà un significativo ritorno ai livelli pre emergenza delle riserve idriche.

Le persone non portanno utilizzare l’acqua potabile per innaffiare giardini, lavare automobili e finestre o riempire piscine per bambini. La decisione è stata annunciata dopo che il Tamigi ha raggiunto il livello più basso dal 2005.

Coloro che violeranno la regola potrebbero essere multati fino a £ 1.000. Misure simili sono state attuate da altre società idriche in tutto l’Hampshire e l’Isola di Wight oltre che nelle zone del Kent e del Sussex, dopo il luglio più secco che si è registrato dal 1935.

Sarah Bentley, CEO di Thames Water, in precedenza aveva affermato che l’attuazione del divieto era stata una “decisione molto difficile ma i livelli delle riserve di acqua potabile presenti a Londra e a Farmoor nell’Oxfordshire si sono ridotti in modo significativo“.

Maggiori informazioni possono essere trovate sul sito internet ufficiale di Thames Wather a questo indirizzo.