Lindsay Hoyle è il nuovo speaker. Prende il posto di John Bercow

E' un laburista e storica figura dell'House of Commons dove siede da 22 anni

Lindsay Hoyle è il nuovo speaker. Prende il posto di John Bercow

 

Si chiama Lindsay Hoyle è un laburista e uno dei parlamentari più carismatici dell’House of Commons dove siede da ben 22 anni. E’ lui il nuovo speaker di Westminster che prende il posto del conservatore John Bercow che ha deciso di dimettersi con ultimo giorno di lavoro lo scorso 31 ottobre.

Due figure di schieramenti politici differenti che segnano il passaggio di gestione in questo particolare momento storico ma, soprattutto, con due modus operandi distinti.

Bercow a detta di tutti ha reso Westsminster un luogo “pop” dove i dibattiti, sempre più accesi nel corso degli ultimi anni, sono stati moderati in maniera come mai si era visto prima, a suon di “orrrrdeeeerrrr” e humor inglese.

Hoyle molto probabilmente riporterà quel rigore che fin dagli inizi ha regolato la sede ufficiale di una delle più antiche democrazie del mondo. Nonostante fosse stato indicato come il favorito, il laburista è stato nominato speaker solo al quarto turno con 325 voti su 540

Sarò neutro e trasparente – ha assicurato il 62enne – perché voglio che questa Camera cambi, e cambi in meglio“.

Infine, una curiosità sul suo nome che ha svelato lo stesso laburista nel corso di alcune interviste rilasciate in passato: Lindsay Harvey Hoyle deve il suo nome più comunemente usato per donne all’ammirazione dei genitori per il giocatore di cricket australiano Lindsay Hassett.

In passato prima di vedermi, i più pensavano che fossi una donna“, ama raccontare. Secondo Hoyle, per essere un bravo speaker “devi avere senso dell’umorismo, devi avere le capacità e l’abilità di controllare la situazione e di sapere come arrivare alla temperatura giusta. È questione di correttezza e indipendenza“.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.