Mercati: economia UK in frenata, sterlina in ripresa

La valuta riprende terreno dopo gli ultimi sondaggi che favoriscono la vittoria dei pro-EU.

Mercati: economia UK in frenata, sterlina in ripresa

 

Gli occhi degli operatori britannici sono puntati sulle sorti di BHS, la catena di beni di consumo entrata in administration questa settimana. Il settore retail è uno dei più importanti per l’economia del Regno Unito e la crisi del colosso arriva nel momento in cui la crescita inizia a segnare il passo. Le vendite al dettaglio sono calate dell’1,3% a marzo, mentre stamattina il prodotto interno lordo ha segnato un +0,4% per il primo trimestre, contro il +0,6% di quello precedente.

Nel resto del mondo c’è forte attesa per i meeting delle banche centrali in Giappone, Stati Uniti ed Australia. Quest’ultima potrebbe decidere di tagliare il tasso di interesse vista la situazione di deflazione (prezzi in discesa) dell’economia domestica.

I mercati azionari sembrano trattenere il fiato in attesa di conoscere le decisioni delle banche centrali, con il FTSE MIB ancorato ai guadagno delle scorse settimane a quota 18.600 punti mentre il FTSE 100 scende sotto quota 6.300. Da segnalare sull’azionario la performance di Apple che, registrando il primo calo delle vendite in 13 anni, oggi perde il 7%.

Nei mercati valutari la Sterlina guadagna terreno dopo che gli ultimi sondaggi vedono l’uscita del Regno Unito dall’UE come meno probabile: il 47% degli intervistati vuole rimanere all’interno dell’Unione, contro il 40% che ha espresso l’intenzione di votare per l’uscita. La moneta è scambiata a 1,29 contro l’Euro, in netto progresso rispetto alla settimana scorsa.

Federico Lago

Londra, 27/4/2016