Continua la fuga dai partiti: lasciano tre Tories e un altro Labour

Gli undici accusano i rispettivi partiti di essere troppo condizionati dai brexitiani più accaniti che non vogliono il "people's vote"

Continua la fuga dai partiti: lasciano tre Tories e un altro Labour

 

Anna Soubry, Sarah Wollaston e Heidi Allen (nella foto in alto) hanno lasciato il partito dei Conservatori per unirsi al nuovo movimento indipendente fondato dagli ex otto laburisti che avevano abbandonato il partito appena pochi giorni fa.

Dimissioni delle tre donne in parte prevedibili, dato che da mesi il partito di maggioranza sta vivendo momenti di forte crisi interna che in passato aveva portato anche alle dimissioni di alcuni ministri chiave.

Ora è la volta dei parlamentari, con particolare riferimento a coloro apertamente schierati per il Remain, dato che Soubry, Wollaston e Allen in occasione della conferenza stampa che si è tenuta pochi minuti fa, hanno spiegato che il motivo di abbandonare i Tories è dettato dalla linea presa dal partito troppo condizionato dai brexitiani più accaniti e dagli alleati della destra unionista nordirlandese del Dup.

Oltre ad essere apertamente a favore del People’s Vote, ossia di concedere al popolo britannico un secondo referendum per dare il proprio benestare, o meno, sull’accordo tra Regno Unito e Unione Europea.

Come accennato, ora Anna Soubry, Sarah Wollaston e Heidi Allen (ex conservatrici) si uniranno a Chuka Umunna, Angela Smith, Mike Gapes, Gavin Shuker, Chris Leslie, Luciana Berger, Ann Coffey e Joan Ryan (ex laburisti) con l’obiettivo di creare un nuovo movimento indipendente all’interno di Westminster.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.