Premier League: il Sunderland rimborsa i propri tifosi dopo la pesante sconfitta per 8-0

Fans-v-Southampton
Foto: sito ufficiale Sunderland

Il Sunderland, società di calcio inglese che milita nella Premier League inglese, si è reso protagonista di un episodio molto singolare: i Black Cats dopo essere stati umiliati per 8-0 dal Southampton nell’ultimo turno di campionato disputatosi lo scorso sabato ha deciso di rimborsare il costo del biglietto ai propri tifosi, per ringraziarli del loro costante supporto nonostante l’esito finale della gara.

L’idea, che era stata proposta in prima battuta subito dopo la partita dal portiere di origini italiane Vito Mannone, ha trovato il parere positivo della società che ha così deciso di far ripagare ai propri calciatori tutti i 2559 tagliandi per un costo di 24 sterline ciascuno pagati dai fans del Sunderland per assistere in trasferta al match di sabato scorso contro il Southampton (un viaggio di oltre 500 km).

Per ottenere il rimborso dei loro ticket i tifosi dovranno contattare il club entro le 5 di sera del 5 novembre 2014. Per tutti i supporters che non vorranno o non potranno reclamare il costo del loro biglietto, la società disporrà una donazione nei confronti della Grace House, una charity institution che offre servizi di assistenza per bambini e per giovani con basse aspettative di vita nel nord-est dell’Inghilterra.

Queste a riguardo, le parole di commento del capitano dei Cats John O’Shea: “ Si vince e si perde come una squadra, giocatori, staff e tifosi, abbiamo tuttavia voluto riconoscere e ringraziare  i tifosi per il loro appoggio nonostante tutto fino al fischio finale”.

Chissà cosa ne penseranno i tifosi della Roma, usciti ieri sera con le ossa rotte dopo il 7-1 subito in casa nella terza giornata di Champions League contro il Bayern Monaco di Pep Guardiola. I giallorossi nonostante la pessima prestazione e la pesante debacle tra le mura amiche sono stati applauditi e incoraggiati per tutti i 90 minuti dai loro tifosi. Verranno anche loro rimborsati?

di Marcello Mormino