Il Leicester esonera Claudio Ranieri

Il Leicester esonera Claudio Ranieri

 

E’ finita amaramente la favola di Claudio Ranieri al Leicester. A meno di un anno dall’incredibile trionfo in Premier League, il tecnico romano é stato esonerato questa sera dalla sua squadra. Fatali i risultati in campionato (la squadra é a un solo punto dalla zona retrocessione) e la sconfitta di ieri in Champions League contro il Siviglia. Risultati che probabilmente sarebbero costati il posto a ogni altro tecnico, ma non a una leggenda come Ranieri, capace di far vincere lo scudetto a una squadra la cui vittoria, a inizio campionato, era quotata 5000:1.

Veementi le reazioni del mondo calcistico, dagli appassionati ai commentatori, unanimi nel giudicare la decisione del Leicester profondamente ingiusta e ingrata. Il primo a schierarsi a favore di Ranieri é stato Gary Lineker, ex-calciatore, giornalista sportivo e tifosissimo delle Foxes: “Dopo quello che Claudio Ranieri ha fatto per il Leicester City” – ha scritto in un tweet – “licenziarlo adesso é inspiegabile, imperdonabile e straziante“.

 

Il club prima di tutto, ha scritto il club nell’annuncio del licenziamento. “La sopravvivenza in Premier League era il nostro primo e unico obiettivo a inizio stagione. Ma adesso abbiamo davanti una battaglia per raggiungere questo obiettivo e un cambiamento é necessario per massimizzare le opportunitá delle ultime 13 partite”.  Peccato – aggiungiamo noi – che per provare a farlo si sceglie di sacrificare la persona che piú di tutte ha permesso alla squadra di raggiungere il piú grande obiettivo di tutta la sua storia.

In un secondo tweet, in italiano, Lineker ha semplicemente scritto “Grazie mille per tutti Claudio”. Ma per chi ama il calcio il sentiment0 piú forte, in questo momento, é la rabbia e il dispiacere nel vedere la storia di Ranieri (e del Leicester) concludersi in questo modo.