Tube, nuova tornata di scioperi mettono in ginocchio il servizio notturno

La Night Tube avrebbe dovuto rappesentare la ripresa per la capitale inglese dai lockdown, e invece si sta trasformando in un incubo per viaggiatori e operatori

Tube, nuova tornata di scioperi mettono in ginocchio il servizio notturno

 

La ripartenza dopo ben 20 mesi di stop del servizio notturno della Tube avrebbe dovuto rappresentare la ripresa simbolica della capitale inglese intenta ad uscire dall’emergenza sanitaria dettata dal Covid 19. E invece si sta trasformando in un incubo per operatori e pendolari.

Nello scorso weekend la Night Tube è stata caratterizzata da scioperi che hanno quasi del tutto bloccato le sei maggiori linee. Lo stesso si ripeterà a partire dalla sera di oggi, venerdi, e in quella di domani, sabato. Secondo i sindacati, queste azioni saranno messe in campo per tutti i prossimi weekend fino al 18 dicembre, quando è previsto uno sciopero di 24 ore su ben cinque linee.

Al centro un’accesa discussione tra i rappresentanti dei lavoratori e la TFL per la gestione delle fasce orarie di lavoro e per cercare di garantire maggiore sicurezza agli autisti dei treni che, secondo i sindacati, durante le ore notturne verrebbe a mancare.

Anche se la Night Tube non ha ripreso a viaggiare come ai livelli pre pandemia, (secondo la TFL sono circa 30.000 i passeggeri che attualmente utilizzato la metropolitana nelle ore notturne nei fine settimana), rimane comunque un servizio sul quale la città di Londra puntava anche per dimostrare che la capitale stava ripartendo, in tutti i sensi, dopo mesi di difficoltà economiche e sociali legate al coronavirus.

Ma quanto sta accadendo ora, ossia lo scontro tra sindacati e la Transport for London, l’azienda governativa che gestisce l’intera rete dei trasporti pubblici, sta mettendo a dura prova non solo la stessa Tube ma anche la capacità di ridare slancio a quello che, storicamente, è uno dei fiori all’occhiello della città: la metropolitana.

Come anticipato, per tutto il mese di dicembre sono previsti disservizi causati dagli scioperi che interesseranno le maggiori linee, tra le quali alcune tra le più frequentate non solo nelle ore notturne ma soprattutto in quelle diurne: Jubilee, Northern, Piccadilly, Central e Victoria.

La TFL ha messo a disposizione una pagina sul proprio sito dove trovare tutte le informazioni aggiornate sui disservizi, che è bene consigliare prima di mettersi in viaggio. Qui dove trovarla.