Londra: saldi già iniziati per paura del lockdown

Da Harrods a John Lewis e House of Fraser i primi a proporre prezzi col cartellino OFF. Ma la paura di uscire da casa e il commercio online stanno intaccando gli affari delle grandi catene

Londra: saldi già iniziati per paura del lockdown

 

Harrods ha anticipato di alcuni giorni i classici saldi natalizi che, storicamente, prendono il via il Boxing Day, ossia il 26 dicembre. La scelta dovuta al fatto che il premier Boris Johnson sta valutando eventuali restrizioni da mettere in campo subito dopo Natale e, per non veder sfumati milioni di sterline di probabile incasso, i celebri magazzi di Knightsbridge hanno preferito anticipare i tempi.

Ma non sono gli unici ad averlo fatto, proprio in questi giorni è sempre più comune vedere sulle vetrine dei negozi di Londra, sia sulle high streets che nelle aree periferiche, cartelli dove in bella mostra ci sono scritti 20%, 30%, 40% e fino al 70% accompagnati dalla classica scritta OFF. Da John Lewis ad Asos passando per House of Fraser solo per citarne alcuni.

Nonostante anticipare i saldi possa essere l’unica mossa sensata per non rischiare perdite colossali in attesa delle comunicazioni ufficiali da Downing Street, in realtà il settore del commercio al dettaglio britannico da mesi ha già evidenziato considerevoli cali degli incassi dovuti proprio alla scelta di molte persone di non uscire di casa per andare per negozi, col rischio di dover fare lunghe file o assembrarsi mentre si prova questo o quel capo, col rischio di rimanere poi contagiati dalla nuova variante Omicron.

I clienti hanno preferito puntare sugli acquisti online e ricevere comodamente a casa l’ordine; la conferma giunge dall’88% della crescita degli acquisti di capi di abbligliamento in UK passata esclusivamente per le piattaforme web nel paragone tra la seconda metà del 2021 e la corrispettiva del 2020. Dal punto di vista economico, la società di dati Retail Economics stima che metà dei 51 miliardi di sterline spesi complessivamente per gli indumenti nel corso del 2021 saranno per via online.