Heathrow torna il “king” dei cieli europei. Quasi di nuovo ai numeri pre pandemici

Il prossimo sabato 29 ottobre decadrà il tetto massimo giornaliero di passeggeri in partenza, ad oggi fermo a 100mila

Heathrow torna il “king” dei cieli europei. Quasi di nuovo ai numeri pre pandemici

 

Heathrow torna a conquistare il primato di aeroporto più trafficato d’Europa dopo la pandemia di Covid. Nel mese di settembre ben 5,8 milioni di passeggeri hanno utilizzato lo scalo londinese, il più importante del Regno Unito e uno dei maggiori su scala gllobale.  Sono stati così battuti i rivali di Parigi, Amsterdam, Francoforte e Madrid.

Un anno fa i vertici di Heathrow avevano accusato le restrizioni di viaggio anti Covid introdotte nel paese per il drastico calo nella classifica degli aeroporti europei: l’hub era infatti finito al decimo posto, dal primo che occupava nel 2019, prima della pandemia.

Il numero dei passeggeri è aumentato rapidamente dopo che le restrizioni sui viaggiatori sono state revocate lo scorso marzo. Non sono però ancora stati raggiunti i livelli precedenti alla pandemia, anche se le previsioni parlano di un recupero a stretto giro.

Infatti, stando ai dati comunicati dai dirigenti dello scalo londinese, nel periodo compreso tra luglio e settembre, quello tipicamente dedicato alla pausa estiva, il numero dei viaggiatori ha toccato un totale di 18 milioni di passeggeri che hanno transitato,  inferiore solamente del 15% rispetto allo stesso periodo del 2019.

A bloccare la ripresa totale è stata comunque la scelta di mettere un tetto al numero quotidiano dei passeggeri in partenza, ossia 100mila, che decadrà il prossimo sabato 29 ottobre. Da quale momento Heathrow si potrà prepare a un altro momento clou per i viaggi in aereo: le vacanze natalizie.