Coronavirus, il governo britannico convoca il comitato di crisi

Ad oggi sono 36 i pazienti colpiti dal virus nel paese. Situazione delicata ma sotto controllo come assicurano i medici

Coronavirus, il governo britannico convoca il comitato di crisi

 

Sono 36 i casi di coronavirus fino a ora accertati nel Regno Unito e i pazienti sotto osservazione si trovano nelle aree di Londra, West Yorkshire, Manchester, Hertfordshire e Gloucestershire, e in Scozia.

Una situazione delicata ma sotto controllo come spiegano i medici che stanno monitorando la diffusione del covid-19 in tutto il paese. Dal Governo si è deciso di dar vita nel corso della giornata di oggi a una riunione speciale del Cobra (cabinet office briefing rooms), un comitato usato per coordinare le reazioni a situazioni di crisi, come nel caso di eventi terroristici.

In questo caso, l’obiettivo è quello di decidere come gestire eventuali scenari futuri durante i quali il virus potrebbe trasformarsi in una epidemia, come già accaduto nella città di Wuhan in Cina, poi in Giappone, Corea del Sud, Iran e nelle ultime settimane in alcune città del nord Italia.

Il premier Boris Johnson chiamerà attorno al tavolo ministri ed esperti del sistema sanitario nazionale per ragionare sulle azioni da intraprendere per limitare al massimo la diffusione del virus.

L’obiettivo è di evitare anche che ci siano ricadute economiche che possano mettere in serio pericolo il già delicato momento che sta attraversando il paese nel pieno dei nuovi negoziati con Bruxelles che fanno seguito all’uscita dall’Unione Europea.

In via precauzionale alcune scuole sono state chiuse a Londra e in altre città dell’Inghilterra, sia private che pubbliche, e molti anche i turisti britannici ai quali è stato chiesto di rispettare un periodo di auto isolamente per un minimo di 14 giorni nei luoghi di vacanza colpiti dall’epidemia del coronavirus, come Giappone e Tenerife.

Anche l’NHS si sta preparando ad affrontare qualsiasi tipo di scenario si possa prensentare nei prossimi giorni, tanto che ha diramato delle comunicazioni ufficiali a tutti i dipartimenti della salute nei vari presidi ospedalieri  annunciando che ogni area avrà una guida ministeriale su come affrontare il virus, e dovrà essere predisposta un’area speciale, nella quale trattare i casi di contagio.

Gli scali aeroportuali saranno soggetti a controlli maggiori e anche qui, in alcuni casi, sono già state allestite delle zone interne dove ospitare i pazienti che risultano essere colpiti dal covid-19 a seguito di un controllo più accurato sullo stato di salute.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.