Brexit, May chiede la fiducia al Parlamento con un atto di sole 137 parole

Westminster chiamata ad autorizzare l'articolo 50 senza alcun dettaglio sulle modalità della Brexit. Labour schierati a favore ma rischiano la spaccatura

Brexit, May chiede la fiducia al Parlamento con un atto di sole 137 parole

 

Solo 137 parole, lo stretto indispensabile. È questa la lunghezza dell’atto con il quale Theresa May chiederà al Parlamento l’autorizzazione ad attivare l’Articolo 50 per iniziare il processo di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Un atto puramente formale, privo di alcun contenuto. Nessuna indicazione sui contenuti della Brexit, o sul piano della negoziazione. In pratica, il Primo Ministro (che domani incontrerà il neo-presidente US Donald Trump) vuole da Westminster un assegno in bianco.

Chi pensava che la May avrebbe cambiato atteggiamento dopo la sentenza della Corte Suprema, che ha sancito l’autorità del Parlamento sulla questione, si è dovuto subito ricredere. La nuova iron lady non ha nessuna intenzione di condividere con Westminster i suoi piani per la Brexit (ammesso che questi piani ci siano). Vuole soltanto che le venga dato quel potere che i giudici le hanno tolto.

Ma gli osservatori non escludono che possano esserci sorprese a Westminster. Se i Tory sono compatti sul voto a favore, i Labour potrebbero spaccarsi. Jeremy Corbyn ha già dato ordini chiari: obbligo per tutti di votare a favore. Ma sono in molti a minacciare la ribellione. Tra questi alcuni esponenti di spicco come Tulip Siddiq (dimessosi oggi dalla carica di ministro-ombra, proprio per questo) e l’ex-ministro Ben Bradshaw. Pronti a schierarsi contro l’atto anche i Lib Dem e gli scozzesi dell’SNP. Una maggioranza trasversale anti-Brexit che probabilmente non sarà sufficiente a bloccare l’atto, ma potrebbe essere in grado di ottenere importanti concessioni, inserito nel testo come emendamenti.

L’atto (intitolato European Union (Notification of Withdrawal) Bill) avrà una priorità speciale rispetto ai lavori del Parlamento e potrebbe essere discusso già settimana prossima. La versione finale probabilmente avrà piú di 137 parole, ma difficilmente conterrà dettagli sul tipo di Brexit che la May cercherà di ottenere.

Londra, 26 gennaio 2016

Francesco Ragni


One Response to "Brexit, May chiede la fiducia al Parlamento con un atto di sole 137 parole"

  1. dgero83   January 27, 2017 at 8:41 am

    Poi inizierà il massacro. Non vedo l’ora.