A Londra il pop-up di Camparino. La capitale riscopre la Milano-da-bere

Si tratta del primo punto assoluto aperto dalla Campari fuori dal Belpaese

A Londra il pop-up di Camparino. La capitale riscopre la Milano-da-bere

 

Dopo Eataly e Lavazza, solo per citare gli ultimi in ordine di tempo, un altro celebre brand del made in Italy decide di sbarcare per la prima volta a Londra durante uno dei momenti indubbiamente più difficili della recente storia.

Si tratta di Camparino, il luogo fisico per eccellenza dell’aperol Spritz ideato e fondato dalla Campari, che dopo Milano apre per alcuni giorni nella capitale inglese in una location, neppure a dirlo, che rappresenta in tutto e per tutto quella milano-da-bere celebre in tutto il mondo: all’interno del Baglioni Hotel di fronte Hyde Park nel quartiere di Kensington.

Come anticipato, è il primo locale dell’azienda aperto fuori dal Belpaese e l’occasione per farlo conoscere al pubblico internazionale di Londra è stato durante il London Cocktail Month nel corso del precedente weekend, quando sì è tenuta l’inaugurazione ufficiale, per andare avanti ancora da domani e solo fino a domenica prossima, 24 ottobere. In vista, magari, di una sua apertura permanente.

Il bar sarà incentrato particolarmente sul cocktail al quale si ispira, lo Spritz, e servirà una vasta serie di drinks a base di Campari tra i quali la versione originale del campari & soda, mai vista prima in UK.

Per rendere ancora più unico l’intero ambiente sono state installate delle macchine che producono la soda seguendo la ricetta originale del 1915.

A fare gli onori di casa il bartender Tommaso Cecca e il mixologist Mattia Capezzuoli.