RWC 2015: L’Italia non va con la Francia, sorpresa Giappone

Gli azzurri perdono 32-10 e devono rinunciare ad Andrea Masi

RWC 2015: L’Italia non va con la Francia, sorpresa Giappone

 

Alla fine è andata come in molti temevano: l’Italia senza Parisse al timone non è riuscita a tenere testa alla Francia, con i transalpini che superano gli uomini di Brunel 32-10. Una sola meta segnata dagli azzurri, merito di Venditti che buca i francesi all’esterno per poi andare a schiacciare l’ovale quasi in mezzo ai pali. Due mete per i bleus, che sono riusciti a creare un buon distacco nel primo tempo grazie alle numerose punizioni concesse dalla squadra italiana, soprattutto in mischia ordinata. La Francia non ha dato la sensazione di essere in grande forma, rendendo ancora più amaro il risultato.

Castrogiovanni è stato il giocatore piu’ punito dall’arbitro Joubert, la cui interpretazione della mischia, sicuramente la fase di gioco più complessa da arbitrare, è stata criticata dal coach azzurro: “Non voglio credere che da parte dell’arbitro vi fossero pregiudizi nei confronti di Castrogiovanni, ma contro il Galles aveva avuto quattro calci a favore in mischia ordinata mentre contro la Francia siamo stati penalizzati sei volte su nove su nostra introduzione, un qualcosa che ha fatto la differenza”. Cosi’ il pilone in zona mista nel post partita: “E’ stata una serata frustrante. La mischia ha giocato come sempre, non capisco perché contro il Galles tutto andasse bene e stasera tutto l’opposto. Se fossimo stati distrutti dai francesi in mischia non avrei nulla da recriminare, ma non è stato così, non so cosa dire: avanzavamo e venivamo penalizzati. Sarebbe importante capire cosa si aspettano i direttori di gara, perché noi abbiamo giocato come al solito, ma così tanti falli contro ci hanno impedito di rimanere in partita”.

Gli azzurri perdono Andrea Masi. Durante i primi minuti della partita Andrea Masi è uscito dal campo dolorante al piede. Oggi gli esami strumentali hanno confermato la rottura del tendine d’Achille, infortunio che significa la perdita del terzo centro per l’Italia: lo staff tecnico dovrà convocare un sostituto, che verrà comunicato domani.

Grande sorpresa nella partita tra il Giappone, dato 1000/1 per la vittoria del torneo, e il Sud Africa campione del mondo nel 2007. I giocatori del Sol Levante sono riusciti ad imporsi 34-32 con una tattica accorta, mantenendo il gioco al centro del campo per non dare opportunità alla saetta Habana di segnare la sua sessantesima meta internazionale.

Nelle altre partite l’Inghilterra si impone sulle Fiji 35-11 nel match inaugurale, la Georgia si impone 17-10 su Tonga e L’Irlanda archivia facilmente il fascicolo Canada 50-7.

Il prossimo impegno degli Azzurri sarà a Leeds con i Canadesi sabato 26 settembre, in una partita che si deve vincere per mantenere accese le speranze di qualificazione ai quarti di finale.

Federico Lago

Londra, 20/9/2015

foto: un momento di Francia-Italia (source: account twitter Rugby World Cup 2015)