Premier League, retrocede il QPR, arriva il Watford.

Premier League, retrocede il QPR, arriva il Watford.

 

 

È durata solo un anno la permanenza in Premier League del Queens Park Rangers.

La conferma matematica della relegation è arrivata oggi all’Etihad Stadium, dove il QPR ha perso malamente contro il Manchester City. Risultato tennistico (6-0), con tripletta di Sergio Aguero e gol di David Silva, Milner e Kolarov. Una partita che a tratti è sembrata un allenamento, tanto il divario di gioco tra il Man City e il QPR (definita “pub team” dal corrispondente del Guardian).

Stagione fallimentare per la squadra di west London: in 36 partite il QPR ha subito 67 gol segnandone 39, e ha guadagnato soltanto 27 punti: con questa media, inevitabile tornare in Championship.

Il presidente della squadra Tony Fernandes (proprietario dell’aerolinea low-cost Air Asia) dovrà adesso prendere decisioni difficili, anche alla luce di una possibile multa di £58m per Financial Fair Play.

Ma a Londra, per una squadra che scende ce n’è un’altra che sale. A prendere il posto del QPR, nella Premier League 2015-16, ci sarà il Watford, appena promosso dalla Championship (la seconda divisione) insieme al Bournemouth.

Con il Watford arriva in Premier League un pezzo di Italia. La squadra è di proprietà di Gino Pozzo, che possiede anche la squadra italiana dell’Udinese e il Granada in Spagna.

Rimane quindi fisso a sei il numero di squadre di Londra in Premier League.  In aggiunta al Chelsea (campione) ci saranno Arsenal, West Ham, Tottenham, Crystal Palace, e il neo-promosso Watford.  Saranno 30 i derby che si giocheranno a Londra nella prossima stagione.

 

Francesco Ragni

Londra, 11/5/2015