Mazzarri contro il Liverpool ad Anfield, Conte affronta il sorprendente Everton

"Outta Italy", la rubrica settimanale su calciatori e allenatori italiani che hanno deciso di cercare fortuna in Inghilterra.

Mazzarri contro il Liverpool ad Anfield, Conte affronta il sorprendente Everton

 

PREMIER LEAGUE. Nella giornata di sabato è in programma l’atteso North London Derby tra l’Arsenal ed il Tottenham, rispettivamente seconda in classifica e sesta. In mezzo si trova il Chelsea di Antonio Conte, ad un solo punto dal terzetto di testa di cui fanno parte i Gunners e due punti sopra gli Spurs. L’occasione è troppo ghiotta per non esser sfruttata, pur mantenendo gli occhi aperti contro un avversario insidioso come l’Everton di Ronald Koeman. Toffees travolgenti nelle prime giornate e guidati dall’ex Romelu Lukaku, voluto in estate dal tecnico leccese ma rimasto alla fine a Goodison Park. Dovrà cercare di rialzarsi in campionato, invece, il Leicester di Claudio Ranieri. Attualmente undicesime in Premier, le Foxes devono decidere cosa vogliono fare da grandi. L’organico non può garantire un exploit clamoroso come quello della passata stagione, né tanto meno due competizioni di livello altissimo come campionato e Champions senza alcun sacrificio. Fino ad adesso la campagna europea è stata emozionante, ma il King Power Stadium vuole vedere trionfare i suoi beniamini anche in patria domenica contro il West Bromwich di Tony Pulis.

Impegno delicato, invece, per il Watford di Walter Mazzarri. Gli Hornets, sempre orfani dell’attaccante Stefano Okaka, domenica faranno visita ad Anfield Road contro il Liverpool di Jürgen Klopp, facente parte del terzetto di testa insieme ad Arsenal e Manchester City. Il tecnico livornese ha portato i suoi al settimo posto, a sole cinque lunghezze dalla zona europea. Perché non provarci contro i terribili ragazzi dell’ex tecnico del Borussia Dortmund? Situazione paradossale per l’attaccante Simone Zaza e per il difensore Angelo Obgonna. Se il centrale di Cassino è titolare da ormai sei partite di Premier, l’ex centravanti della Juventus è ancora a secco e sta perdendo piano piano la fiducia del tecnico Slaven Bili?, con la stampa che vocifera riguardo suoi possibili problemi di ambientamento con eventuale partenza già a gennaio. Sempre out causa infortunio l’esterno Fabio Borini ed il portiere Vito Mannone nell’Arsenal, mentre il terzino Matteo Darmian sta iniziando a rivedere la luce al Manchester United. Il tecnico José Mourinho gli ha concesso la bellezza di 180 minuti nelle ultime tre partite, con esordio stagionale in Premier ad Old Trafford contro il Burnley (0-0). Si allontana la sua cessione?

CHAMPIONSHIP. Periodo di appannamento per il fantasista italo-argentino Fernando Forestieri. Il suo Sheffield Wednesday è tornato prepotentemente in zona Playoff, subendo però una sconfitta nell’ultimo turno contro il Derby County (2-0). Un solo goal nelle prime nove giornate di campionato è troppo poco per un giocatore dal talento cristallino che così bene ci aveva abituato durante la passata stagione. Terza panchina consecutiva per l’attaccante Diego Fabbrini, sempre più ai margini del Birmingham, così come anche il portiere Marco Silvestri, titolare inamovibile del Leeds durante la passata stagione ed attualmente secondo di Robert Green ed utilizzato solo in League Cup. Prosegue a gonfie vele, invece, l’avventura all’Aston Villa dell’estremo difensore Pierluigi Gollini, titolare inamovibile dei Villans dell’ex tecnico Roberto Di Matteo, recentemente esonerato.

Matteo Calautti

Londra, 03/11/2016

Foto: Walter Mazzarri (fonte: pagina Facebook ufficiale del Watford)