Amichevoli di lusso per gli Azzurri: Argentina a Manchester e Inghilterra a Wembley

Smaltita la delusione per la mancata qualificazione ai Mondiali è tempo di ripartire: panchina affidata a Di Biagio per il doppio incontro in UK

Amichevoli di lusso per gli Azzurri: Argentina a Manchester e Inghilterra a Wembley

 

Lasciata alle spalle la cocente mancata qualificazione ai Mondiali in Russia, è tempo di ripartire per la Nazionale Italiana di calcio. Tra poco più di un mese gli Azzurri torneranno infatti in campo in terra britannica per due sfide amichevoli di lusso, contro due compagini di grande prestigio impegnate quest’estate al mondiale.

Il 23 marzo all’Etihad Stadium, stadio di casa del Manchester City, l’Italia affronterà l’Argentina di Jorge Sampaoli. Con il concreto rischio di rimanere fuori dai Mondiali la Selección si è affidata nella decisiva sfida contro l’Ecuador alla sua icona, Leo Messi. La Pulce non ha tradito le attese e ha trascinato i compagni con una tripletta che ha scacciato i fantasmi e portato la sua nazione in Russia. Una compagine la cui compattezza va comunque valutata, specie viste le grandi difficoltà riscontrate nel girone di qualificazione. Italia e Argentina tornano a sfidarsi a cinque anni dall’ultima volta, in cui i sudamericani superarono gli Azzurri allo Stadio Olimpico (1-2). L’ultima vittoria italiana risale addirittura al 1987, in occasione di un’amichevole a Zurigo (3-1).

Quattro giorni più tardi, il 27 marzo, l’Italia affronterà a Londra l’Inghilterra di Gareth Southgate. Dominato il suo girone di qualificazione, la nazionale dei Three Lions ha tanta voglia di stupire ai Mondiali, specie grazie allo straordinario stato di forma del suo miglior bomber, ovvero Harry Kane, avversario della Juventus in Champions League agli ottavi di finale. Un test di lusso per gli Azzurri, in una cornice suggestiva come quella di Wembley. Gli ultimi precedenti ufficiali sorridono all’Italia: vittoria ai rigori (con cucchiaio di Andrea Pirlo) agli Europei di Polonia e Ucraina 2012 e successo nel girone (1-2) ai Mondiali di Brasile 2014.

Sulla panchina azzurra ci sarà Luigi Di Biagio, commissario tecnico dell’Under 21 dal 2013 ad oggi e reduce nell’estate 2017 da un Europeo U21 non esattamente esaltante. Una nomina di transizione, in attesa di ingaggiare un tecnico di maggior carisma ed esperienza. Sono tanti i nomi sotto la lente d’ingrandimento: dal molto probabile Roberto Mancini all’ex Antonio Conte, passando per Claudio Ranieri e Max Allegri.  Ma non è detto che Di Biagio non possa restare. Durante un’intervista alla trasmissione televisiva Che tempo che fa il vice commissario della FIGC, Billy Costacurta ha dichiarato che sarebbe difficile mandare via il nuovo tecnico in caso di grandi prestazioni contro l’inghilterra e l’Argentina. Tutto quindi rimandato a giugno, mese in cui sarà definito il nuovo CT.

Resta infine una curiosità: quella legata alle convocazioni. Sembra infatti che si vada per la chiamata di Gigi Buffon, che lascerebbe presagire un possibile rinvio del suo ritiro dal calcio giocato. Così come resta da definire il futuro di altri senatori e le possibili convocazioni di Mario Balotelli e Sebastian Giovinco, che tanto bene stanno facendo rispettivamente in Francia e negli USA.

Appuntamento dunque a Manchester e Wembley, per il ritorno degli Azzurri sulla scena internazionale.

 

Foto: Luigi Di Biagio (fonte: Twitter)