Il Chelsea si ferma dinnanzi a Guardiola, sorpasso Tottenham e dramma Crystal Palace

"London Clubs", la rubrica settimanale sugli appuntamenti delle squadre londinesi, dalla Premier League alla League Two.

Il Chelsea si ferma dinnanzi a Guardiola, sorpasso Tottenham e dramma Crystal Palace

 

PREMIER LEAGUE. Brutto stop per il Chelsea di Antonio Conte. Nello scontro diretto a Stamford Bridge contro il Manchester City di Pep Guardiola sono infatti i Citizens a passare, grazie ad una conclusione di Kevin De Bruyne (0-1). Trattasi della seconda sconfitta in campionato per i Blues, che adesso distano sei punti dalla coppia di Manchester e che sono stati superati in classifica dal brillante Tottenham di Mauricio Pochettino. Spurs vincenti al John Smith’s Stadium contro l’Huddersfield di David Wagner (0-4), soprattutto grazie al solito Harry Kane, autore di una doppietta e distante solamente una rete dall’attuale capocannoniere Romelu Lukaku, in forze al Manchester United.

Blues raggiunti in classifica anche dall’Arsenal di Arsène Wenger, giunto contro il Birghton di Chris Hughton alla terza vittoria nelle ultime quattro partite di Premier, la seconda consecutiva. Vittoria vitale anche per il West Ham di Slaven Bilić, la cui panchina è stata momentaneamente salvata all’Olympic Stadium contro lo Swansea di Paul Clement (1-0). Autore del goal vittoria l’attaccante senegalese Diafra Sakho, con il difensore Angelo Ogbonna in panchina ad osservare i compagni. Drammatica, infine, la situazione del Crystal Palace di Roy Hodgson, subentrato a Frank de Boer. Per le Eagles sono arrivate sette sconfitte nelle prime sette partite di campionato, l’ultima delle quali ad Old Trafford contro il Manchester United di José Mourinho (4-0) e di un Matteo Darmian a secco di minuti in campionato da tre partite. Come se non bastasse, a fronte di 17 goal subiti il conto di quelli segnati è ancora in bianco. Ha affrontato proprio il Palace tre turni fa un Manolo Gabbiadini che nelle ultime tre giornate di Premier ha raccolto solamente 31 minuti con la casacca del suo Southampton.

CHAMPIONSHIP. Si è ripreso il Fulham di Slaviša Jokanović, adesso a tre punti di distanza dalla zona Playoff. Per i Cottagers si tratta della seconda vittorie consecutiva, ottenuta nel West London Derby a Loftus Road contro il QPR di Ian Holloway grazie alla rete del centrocampista norvegese Stefan Johansen (1-2). Hoops reduci invece da tre pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque partite, con soli cinque punti che li distano dalla zona calda. Al pari del QPR in classifica si trova il Millwall di Neil Harris, reduce dalla sconfitta interna a The Den contro il Barnsley di Paul Heckingbottom (1-3). Fatica infine il Brentford di Dean Smith, con una sola vittoria nelle ultime cinque sfide di Championship. Bees fermate sul pari nell’ultimo turno dai quotati avversari del Middlesbrough di Garry Monk (2-2).

LEAGUE ONE. Cammini opposti per le due compagini londinesi in League One. Da un lato il Charlton di Karl Robinson ha espugnato l’Highbury Stadium del Fletwood di Uwe Rösler con un perentorio 1-3, agganciando così il quinto posto in classifica. Dall’altra parte, invece, fatica il Wimbledon di Neal Ardley, attualmente quartultimo e quindi virtualmente in zona retrocessione. Dons fermati con un pari a reti bianche nell’ultimo turno a Kingsmeadow dal Rochdale di Keith Hill.

LEAGUE TWO. Quattro sconfitte nelle ultime cinque partite per il Barnet di Rossi Eames, unica squadra londinese in League Two. Bees attualmente a soli sei punti dalla zona calda a causa della sconfitta patita nell’ultimo turno, patita ad Adams Park contro l’ambizioso Wycombe di Gareth Ainsworth (3-1).

Matteo Calautti

Londra, 02/10/2017

Foto: Festeggiamenti del Tottenham (fonte: Pagina Facebook ufficiale del Tottenham)