L’Arsenal cerca vendetta contro il Leicester, derby tra Tottenham e Palace

Dopo l'esito della passata stagione l'Arsenal cerca vendetta contro il Leicester, mentre a White Hart Lane va in scena il primo derby londinese

L’Arsenal cerca vendetta contro il Leicester, derby tra Tottenham e Palace

PREMIER LEAGUE. L’Arsenal cerca vendetta. La passata stagione avrebbe potuto regalare la tanto agognata Premier League ad Arsène Wenger, mentre il titolo è andato alle fameliche Foxes di Claudio Ranieri. La musica sembra cambiata, almeno per quanto riguarda i campioni in carica, che possono però ancora contare sul bomber Jamie Vardy, reduce dal gran rifiuto estivo ai Gunners. Tuttavia, sfida non in discesa al King Power Stadium per la compagine della North London, in quanto oltre alle assenze di Per Mertesacker e Danny Welbeck, sono in dubbio anche le presenze di  Olivier Giroud, Laurent Koscielny, Mesut Özil, Aaron Ramsey e Jack Wilshere.

Secondo derby londinese nella nuova stagione di Premier League. Infatti, al White Hart Lane si sfideranno il Tottenham di Mauricio Pochettino ed il Crystal Palace di Alan Pardew. Da un lato gli Spurs sono reduci dal pareggio esterno contro il nuovo Everton di Ronald Koeman (1-1), dall’altro le Eagles sono reduci dalla sconfitta interna a Selhurst Park contro il West Bromwich (0-1). Se Pardew in caso di sconfitta comincerebbe a scricchiolare a causa anche del passato girone di ritorno, la compagine della North London deve iniziare a vincere per poter concorrere alla vittoria della Premier. Infine, dopo la discussa sconfitta a Stamford Bridge contro il Chelsea di Antonio Conte (2-1), il West Ham di Slaven Bili? riceverà all’Olympic Stadium il Bournemouth di Eddie Howe. In dubbio la presenza di Sofiane Feghouli, centrocampista francese naturalizzato algerino comprato in estate dal Valencia. Blues, invece, impegnati a Vicarage Road contro il Watford di Walter Mazzarri.

CHAMPIONSHIP. Buon avvio di campionato da parte delle tre londinesi di Championship. La meglio classificata è attualmente il Fulham di Slaviša Jokanovi?, reduce dal pareggio ad Elland Road contro il Leeds (1-1). Prossimo avversario dei Cottagers al Craven Cottage sarà il Cardiff City di Paul Trollope, impelagato in una situazione di metà classifica dopo le prime tre giornate di campionato. Subito dietro alla compagine della West London si trovano il QPR di Jimmy Floyd Hasselbaink ed il Brentford di Dean Smith, caratterizzate da un cammino speculare. Entrambe vincenti nelle ultime due sfide e perdenti nella terzultima. Prossimo avversario degli Hoops sarà il Preston di Simon Grayson a Loftus Road, mentre quello delle Bees sarà il Rotherham United di Alan Stubbs al New York Stadium.

LEAGUE ONE. Pessimo avvio per la neo promossa Wimbledon di Neal Ardley, reduce da tre sconfitte nelle prime tre giornate di campionato, la più recente delle quali contro lo Scunthorpe (1-2). La prossima giornata vede i Dons impegnati contro il Northampton di Rob Page. Altalenante l’avvio del Millwall di Neil Harris, reduce da quattro punti raccolti nelle prime tre partite di League One, compresa la pesante sconfitta nell’ultimo turno contro il Peterborough (5-1). Obbligati a rialzarsi i Lions, impegnati a The Den contro lo Sheffield Wednesday di Chris Wilder. Infine, buon avvio del Charlton di Russell Slade, reduce dalla convincente vittoria contro lo Shrewsbury (3-0) e prossimo avversario il Walsall di Jon Whitney a Bescot Stadium.

LEAGUE TWO. Si è rialzato i Leyton Orient di Andy Hessenthaler grazie al buon successo a Brisbane Road contro lo Stevenage di Darren Sarll (3-0), grazie alla doppietta dell’ala Gavin Massey. O’s obbligati a vincere a Blundell Park contro il Grimsby di Paul Hurst se vogliono mettere in cascina punti essenziali per l’obbiettivo stagionale, quello dei Playoff. Avvio migliore quello del Barnet di Martin Allen, ancora imbattuto in League Two dopo tre giornate e reduce dal pareggio casalingo contro il Blackpool (1-1). Bees impegnate a Broadfield Stadium contro il Crawley Town di Dermot Drummy.

Matteo Calautti

Londra, 19/08/2016

Foto: Erik Lamela (fonte: pagina Facebook ufficiale del Tottenham)