Europa League, sarà Arsenal-Milan

Sfida d'andata programmata l'8 marzo a San Siro e ritorno il 15 marzo a Londra

Europa League, sarà Arsenal-Milan

 

C’era chi desiderava una sfida d’altri tempi, contro una squadra d’élite capace di far riassaporare le notti magiche europee di alcune stagioni fa. Così come c’era chi, forse più pragmaticamente, sperava in un’avversaria più abbordabile per proseguire il cammino in Europa League. A giudicare dal sorteggio sono stati chiaramente accontentati i primi: l’urna di Nyon ha infatti regalato l’Arsenal ai Rossoneri. Sfida d’andata l’8 marzo a San Siro e ritorno il 15 marzo a Londra.

A 22 anni dalla prima volta, il tecnico francese Arsène Wenger si è seduto nuovamente sulla panchina londinese. La stagione è stata fin qui mediocre: eliminazione in FA Cup al terzo turno contro il modesto Nottingham Forest, sesto posto in Premier League a sette punti dal Tottenham, vincente nel recente scontro diretto e, infine, passaggio del turno con brivido all’Emirates Stadium, in cui i Gunners sono stati sconfitti per 1-2 dai modesti svedesi dell’Östersunds dopo lo 0-3 dell’andata. Una stagione che Wenger potrebbe raddrizzare grazie ad una possibile vittoria domenica a Wembley, in cui affronterà il Manchester City in finale di League Cup.

Guai a sottovalutare l’Arsenal nonostante questi risultati. Trattasi della compagine più temibile insieme all’Atlético Madrid, al Borussia Dortmund ed alla Lazio. Una squadra, quella londinese, che può contare su giocatori di classe quale il turco Mesut Özil e che ha fatto importanti acquisti a gennaio: su tutti l’armeno Henrikh Mkhitaryan ed il gabonese Pierre-Emerick Aubameyang, ex promessa rossonera lasciata andare in giovane età ed esploso altrove. Attaccante che, però, non potrà essere della sfida a causa del suo trasferimento da Dortmund dopo la retrocessione dei tedeschi in Europa League.

Il Milan dovrà affrontare la sfida a testa alta, forte del grande lavoro che sta svolgendo Gennaro Gattuso nelle ultime settimane. Un allenatore, “Ringhio”, capace di compattare lo spogliatoio e di rivitalizzare giocatori che sembravano ormai destinati a sedersi irrimediabilmente in panchina. Un Milan, peraltro, in lotta ancora su tre fronti: semifinale di Coppa Italia, in corsa per le coppe europee in campionato e agli ottavi di Europa League.

Guai a dare per sconfitto in partenza questo Milan. Specie con mister Gattuso in panchina.

Foto: Milan vs Arsenal (fonte: Pagina Facebook ufficiale del Milan)