Derby tra Arsenal e Chelsea, ma anche tra Palace e Tottenham

"London Clubs", la rubrica settimanale sugli appuntamenti delle squadre londinesi, dalla Premier League alla League Two.

Derby tra Arsenal e Chelsea, ma anche tra Palace e Tottenham

 

PREMIER LEAGUE. Quello in programma domani all’Emirates Stadium è considerato da tutti come il London Derby per eccellenza: si sta parlando proprio della sfida tra l’Arsenal di Arsène Wenger ed il Chelsea di Guus Hiddink. Già affrontatesi ad agosto in occasione della Community Shield, portata a casa dai Gunners con la rete dell’ala Alex Oxlade-Chamberlain (1-0), la stracittadina d’andata era finita nella mani del Chelsea di José Mourinho a Stamford Bridge (2-0), quando nessuno poteva ancora prevedere la crisi che avrebbero attraversato i Blues. Se l’Arsenal è costretto a fare risultato perché il sorprendente Leicester di Claudio Ranieri corre più che mai, il Chelsea deve fare più punti possibile per riuscire almeno ad avvicinarsi alla zona europea, attualmente distante 12 punti, più di quanto lo sia la zona salvezza (quattro punti più giù). Partita emozionante per il portiere ceco Petr ?ech, difensore dei pali dei Blues per undici stagioni ma passato in estate tra le fila dei Gunners perché chiuso dal belga Thibaut Courtois.

In questa giornata di Premier è in programma un’altra stracittadina londinese, più precisamente un North West Derby. Infatti, a Selhurst Park si sfideranno il Crystal Palace di Alan Pardew ed il Tottenham di Mauricio Pochettino, rispettivamente ottavo a 31 punti e quarto 39. Da un lato le Eagles vengono da tre sconfitte consecutive non indifferenti contro il Chelsea (0-3), il fanalino di coda Aston Villa (1-0) ed il Manchester City (4-0). Dall’altro, gli Spurs stanno volando in questo campionato e, se non fosse stato per la sconfitta interna contro il Leicester (0-1), al momento sarebbero concretamente nel gruppo di testa, attualmente distante quattro lunghezze.

Infine, sfida ostica per il West Ham di Slaven Bili?, impegnato oggi ad Upton Park contro il Manchester City di Manuel Pellegrini. Attualmente sesti a due punti dal Manchester United quinto, gli Hammers si sono ripresi da un periodo di magra in campionato e hanno ripreso la marcia che li aveva incoronati inizialmente come sorpresa della Premier, nonché come “ammazza grandi”. Avrebbero potuto spiccare il volo contro il pericolante Newcastle nello scorso turno, ma è arrivata una bruciante sconfitta (2-1).

CHAMPIONSHIP. Terminato da poco l’anticipo di Championship che ha visto in campo la prima londinese di giornata, ovvero il QPR. Hanno pareggiato a Loftus Road i ragazzi di Jimmy Floyd Hasselbaink ed il Wolverhampton di Kenny Jackett (1-1): in vantaggio i Royals con la rete dell’attaccante Sebastian Polter, ma raggiunti nel secondo tempo dagli Wolves con marcatura dell’ala James Henry. Questo pari non muta granché la classifica degli Rs, situati al momento in una posizione di centro classifica senza grandi ambizioni. Discorso simile per il Brentford di Dean Smith, impegnato oggi a Deepdale contro il Preston di Simon Grayson. Bees e Lilywithes ad una sola lunghezza di distanza in favore dei londinesi, reduci però da tre sconfitte consecutive che li hanno condotti momentaneamente fuori dalla corsa Playoff.

Sfide casalinghe per le due londinesi di Championship, impegnate nella lotta salvezza. Fulham di Slaviša Jokanovi? in un momento di grande difficoltà e impegnato a Craven Cottage contro l’Hull City di Steve Bruce, secondo in classifica. Per i Cottagers sono arrivate due sconfitte ed un pareggio nelle ultime tre partite, ruolino di marcia a causa del quale i londinesi si trovano a soli quattro punti dalla zona calda. Infine, sono passati undici turni dall’ultima vittoria del Charlton di José Riga, manager arrivato recentemente, ottenuta in trasferta contro il Birmingham (0-1). Da allora sono arrivate sei sconfitte, le ultime due delle quali con passivi pesanti (5-0 contro l’Huddersfield e 6-0 contro l’Hull City). La zona salvezza dista quattro lunghezze e l’avversario di oggi è il Balckburn di Paul Lambert, anch’esso situato nei bassifondi della classifica.

LEAGUE ONE. Impegno non troppo proibitiva per il Millwall di Neil Harris, attualmente ottavo ad una lunghezza dai Playoff e reduce da due vittorie consecutive contro Oldham (1-2) e Port Vale (3-1). L’avversario di oggi sarà il Chesterfield di Danny Wilson al Proact Stadium, situato a soli quattro punti dalla zona salvezza. La post season è lì ad un passo, quindi vietato sbagliare per i Lions.

LEAGUE TWO. Terremoto nell’ambiente per il Leyton Orient. Il patron Francesco Becchetti ha infatti licenziato il manager Ian Hendon ed eletto il centrocampista Kevin Nolan come allenatore-giocatore. Troppo deludente per la dirigenza l’undicesimo posto raggiunto sotto la guida del tecnico di Ilford. Il debutto in panchina per il midfielder sarà oggi ad Adams Park nella delicatissima sfida contro il Wycombe di Gareth Ainsworth, attualmente a tre punti di distanza al settimo posto, ultimo che garantisce una presenza ai Playoff. Nell’ultimo turno gli O’s sono stati sorpassati dai cugini del Wimbledon di Neal Ardley, vincente a Kingsmeadow contro il Mansfield (3-1) e giunto ora ad una sola lunghezza dalla post season. Dons impegnati oggi contro il Notts County di Jamie Fullarton a Meadow Lane, attualmente a metà classifica.

Posizione di centro classifica anche per il Barnet di Martin Allen, attualmente a 15 punti dalla zona retrocessione e 8 dai Playoff. Dopo il pareggio a The Hive Stadium contro il Carlisle (0-0), le Bees saranno impegnate oggi a Broadhall Way contro lo Stevenage di Teddy Sheringham, situato a soli cinque punti di distanza. Infine, nonostante la sconfitta in casa contro il Northampton secondo in classifica (1-2), il Dag & Red di John Still ha mantenuto il terzultimo posto in classifica, che significherebbe salvezza se il campionato finisse oggi. Daggers impegnati nel pomeriggio a Rodney Parade contro il Newport County di Warren Feeney, attualmente solo quattro punti più su.

 

Matteo Calautti

Londra, 23/01/2016

Foto: Petr ?ech (fonte: pagina Facebook ufficiale dell’Arsenal)