Brexit, per gli italiani nel Regno Unito a rischio il voto per le europee

Se l'UK uscirà dall’UE il 29 marzo, i suoi residenti perderebbero il diritto di votare alle elezioni europee previste per maggio

Brexit, per gli italiani nel Regno Unito a rischio il voto per le europee

 

Gli italiani residenti nel Regno Unito potrebbero perdere il diritto di voto alle prossime elezioni europee. E’ un’altra delle tante sgradite conseguenze della Brexit, ma che questa volta tocca molto da vicino la comunità italiana.

L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea è al momento prevista per il 29 Marzo, circa due mesi prima del periodo tra il 23 e il 26 maggio, date in cui gli elettori italiani all’estero saranno chiamati a votare per il rinnovo del Parlamento Europeo.

Se come previsto al momento l’UK uscirà dall’UE il 29 marzo – con o senza un accordo con Bruxelles – i cittadini europei residenti in territorio britannico sarebbero costretti a rientrare nei paesi d’origine per votare.

Ci sono circa 700mila italiani che vivono, studiano o lavorano nel Regno Unito, l’equivalente di più di un elettore su cento. Per provare a cambiare le cose, il gruppo inglese di +Europa ha lanciato una petizione online – che nel giro di pochi giorni ha raggiunto più di mille firme – chiedendo al Viminale di fare il possibile per rispettare un diritto che negli anni precedenti era sempre stato garantito.

Nonostante l’incertezza del panorama politico britannico al momento, Il Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con il Consolato italiano a Londra ha in ogni caso avviato le procedure preliminari per garantire l’eventuale esercizio del diritto di voto, salvo interruzione in caso di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea prima della data delle elezioni.

Nel caso in cui invece la Brexit venisse prorogata (uno scenario ancora possibile, nonostante la volontà del Primo Ministro britannico Theresa May di attenersi alla data di fine marzo), il Consolato di Londra ha garantito che gli elettori italiani residenti in Inghilterra e Galles potranno votare presso i seggi istituiti dal Consolato Generale di Londra.

La possibilità di votare sarà garantita non solo agli iscritti regolari all’Aire, ma anche agli elettori italiani che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari conviventi.

Per essere ammessi a votare alle elezioni europee c’è tempo fino al 7 Marzo  per presentare la domanda all’ufficio consolare di competenza. Il modulo di presentazione si può comodamente scaricare dal sito del consolato.

@Agostinimea


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.