Agricoltura e sanità, UK lancia un nuovo visto per velocizzare le assunzioni degli europei

Bypasserà il classico schema a punti per agevolare l'ingresso di personale specializzato e manodopera per i campi e le serre

Agricoltura e sanità, UK lancia un nuovo visto per velocizzare le assunzioni degli europei

 

Ancora un ulteriore dietro front da parte del governo britannico per cercare di compensare la mancanza di lavoratori che negli ultimi due anni ha abbandonato il Regno Unito lasciando in forte difficoltà molti settori chiave dell’economia.

Poche settimane fa Downing Street ha annunciato l’avvio di un nuovo schema che agevola l’ingresso di personale specializzato e manodopera negli ambiti della sanità, dove l’NHS ha già ammesso forti problemi di turn over, e dell’agricoltura dove i lavoratori stagionali hanno messo in crisi il settore ormai da svariate stagioni a causa della carenza di personale rientrato nei paesi d’origine, soprattutto dell’est Europa.

Si tratta di speciali visti della durata di 12 mesi che bypassano l’attuale schema a punti entrato in vigore a seguito dell’uscita dall’Unione Europea, e quindi dalla cessione per l’UK della libera circolazione delle persone tra ex paesi membri.

Per richiedere questi visti bisogna essere iscritti a un particolare elenco che riguarda i ruoli maggiornenti richiesti dal mercato del lavoro britannico. Questa iscrizione stabilirà uno stipendio minimo annuo di 20.480 sterline per gli assistenti che si qualificheranno per il visto Health and Care, il quale consentirà ai richiedenti, e alle persone a loro carico, di beneficiare di particolari vie per ottenerlo, rispetto a quello più macchinoso dello schema a punti.

Inoltre, nel corso del 2022, le aziende agricole britanniche potranno assumere fino a 30mila lavoratori stranieri da impiegare nella raccolta nei campi e nei lavori nelle serre, e per questi lavoratori il classico visto stagionale di sei mesi sarà prolungato fino a tre anni.

Il Governo agevolerà anche quelle aziende, sia agricole che sanitarie, intenzionate a far parte dello schema attraverso uno speciale supporto che prevede una serie di attività di coinvolgimento nei mesi di gennaio e febbraio, per essere introdotte al sistema e scoprire come agire come sponsor.

Maggiori dettagli possono essere trovati sulla pagina del sito del Governo britannico dedicata a questo nuovo schema. Qui dove trovarla.