“Open House”, Londra a portata di tutti

Il 16 e 17 settembre aprono al grande pubblico i maggiori capolavori architettonici della capitale, ad ingresso completamente gratuito

“Open House”, Londra a portata di tutti

 

Le meraviglie architettoniche di Londra si apprestano ad aprire gratuitamente le proprie porte al grande pubblico nei giorni di sabato 16 e domenica 17 settembre, in occasione dell’Open House London edizione 2017. Per tutto il weekend sarà possibile visitare circa 800 edifici storici, addentrandosi tra palazzi, chiese, monumenti e abitazioni, alcuni dei quali accessibili solo a pagamento o  non aperti al pubblico durante il resto dell’anno. In questa occasione invece l’accesso sarà totalmente gratuito.

L’iniziativa, giunta alla 25esima edizione, ha lo scopo di permettere a tutti di esplorare Londra e i suoi gioielli, capendone la storia, la progettazione, il valore, nonché seguendo le trasformazioni che nei decenni hanno mutato il volto della capitale. Nata nel 1992 per iniziativa di una piccola associazione solidale chiamata Open City, Open House London ha riscosso sempre maggior successo, diffondendosi anche all’estero e dando l’opportunità a tutti di vedere da vicino una moltitudine di palazzi antichi e moderni.

Orientarsi tra la miriade di opportunità a disposizione non sarà difficile: basta solo una breve ed efficace programmazione del vostro weekend consultando la lista delle attrazioni disponibili e il loro quartiere di riferimento direttamente sul sito ufficiale dell’evento o reperendo gratuitamente una guida aggiornata di Open House 2017 presso le biblioteche pubbliche. E’ anche disponibile un’applicazione dedicata per cellulare.

Tra i luoghi più gettonati vi sono generalmente le icone di Londra: St Paul’s Cathedral, imponente cattedrale anglicana capolavoro architettonico di Christopher Wren; il numero 10 di Downing Street, una delle dimore più conosciute al mondo poiché residenza e sede del Primo Ministro del Regno Unito; la BT Tower, la torre di comunicazione di oltre 170 metri di proprietà del BT Group; The Gherkin, audace edificio di 40 piani ribattezzato dai più “il cetriolo” nel cuore finanziario della City; la Senate House, la sede amministrativa della University of London nel cuore di Bloomsbury.

Ci si potrà inoltre sbizzarrire soprattutto tra le mete più inusuali, tra le quali il prezioso tempio buddhista di Buddhapadipa nei pressi di Wimbledon, il ponte Greenwich Swing, la Crystal Palace Subway, la Roca London Gallery, i lussuosi Four Seasons Hotel e St Pancreas Renaissance London Hotel nel cuore della capitale o l’installazione di Diébédo Francis al Serpentine Pavilion.

Oltre alla visita degli edifici è anche possibile prendere parte a camminate e tour organizzati per avere una visione più approfondita dei luoghi visitati. In alcuni casi è necessaria la prenotazione, mentre per gli edifici di particolare prestigio come il numero 10 di Downing Street le visite sono possibili solo per i pochi fortunati selezionati in occasione di una specifica lotteria.

Per la programmazione integrale è possibile consultare il sito internet ufficiale dell’evento.