Mercati Finanziari: Yellen si allinea ai mercati, le valute ne prendono nota

Economia britannica in buona forma. La Sterlina vale 1.28 Euro

Mercati Finanziari: Yellen si allinea ai mercati, le valute ne prendono nota

 

Janet Yellen, la donna più potente del mondo finanziario e presidente della Federal Reserve statunitense, ha annunciato mercoledì di non voler alzare i tassi d’interesse in marzo e di prevedere solo mezzo punto percentuale di rialzo prima della fine dell’anno. Cio’ si allinea al pensiero dominante tra gli operatori, mentre la retorica della banca centrale in precedenza indicava un aumento di un punto.

Yellen è preoccupata dalle minacce alla crescita statunitense provenienti dal rallentamento delle altre economie, come la Cina. L’inflazione è ancora bassa in tutti i paesi sviluppati e la leva finanziaria usata nei mercati non desta preoccupazioni, ciò rafforza la posizione della Fed. D’altra parte, un’economia con meno del 5% di disoccupazione porta a pensare che i tempi siano maturi per un rialzo dei tassi. I banchieri centrali delle potenze economiche sono restii ad adottare una politica restrittiva sui tassi, dopo che la crisi del 2008 è stata scatenata anche dall’impennata del costo dei mutui a tasso variabile.

Queste scelte di politica monetaria hanno influenzato il cambio di Euro e Sterlina nei confronti del Dollaro: entrambe le valute hanno perso circa il 2% sul biglietto verde, con la Sterlina che passa di mano per 1,28 Euro.

I mercati azionari sono sostanzialmente invariati rispetto alla settimana scorsa, il FTSE MIB chiude la seduta di lunedì a 18.700 punti, mentre il FTSE 100 a Londra chiude poco sotto i 6.200.

I dati macroeconomici mostrano un’economia britannica in buona forma: i salari medi sono cresciuti del 2,1% rispetto ad un anno fa mentre la bilancia commerciale italiana a gennaio risulta in pari, contro aspettative per 4 miliardi di attivo.

Londra, 21/3/2016