Arte contemporanea: Anselm Kiefer alla Royal Academy of Arts

kiefer alla RAH
Anselm Kiefer, “The Language of the Birds” (una delle opere in mostra alla Royal Academy)

Rimarrà aperta fino al prossimo 14 Dicembre l‘esibizione di Anselm Kiefer alla Royal Academy of Arts, un esibizione definita dal Guardian “the most exciting show in Britain this autumn“.

E’ la più importante mostra del lavoro dell’artista tedesco mai tenuta nel Regno Unito, con una raccolta di opere che coprono la sua carriera di 40 anni insieme a opere originali create per in occasione di questa mostra.

Sebbene osteggiato da una parte della critica, Kiefer è considerato uno dei più’ grandi artisti contemporanei viventi. Nelle sue opere, in buona parte ispirate alla storia tedesca, non appaiono quasi mai figure umane, ma piuttosto i luoghi e i paesaggi dove le tragedie della storia si sono consumate.  Sono opere di fortissimo impatto visivo, anche in virtù delle dimensioni spesso monumentali e della scelta coraggiosa dei materiali.

anselm-kiefer-tempelhof-2010-11-a41
Anselm Kiefer, Tempelhof 2010-11 Photo: Ben Westoby

Le opere di Kiefer sono presenti nei principali musei di Arte Contemporanea del mondo, quali il Museum of Modern Art, il Guggenheim Museum di New York e Bilbao e la Tate Gallery a Londra.

In Italia, Kiefer e’ stato protagonista sin dal 1980, quando la Biennale di Venezia gli dedicò una mostra personale. Tra le sue installazioni italiane più’ recente vi segnaliamo l’opera Die Grosse Fracht (Il grande carico) per la Biblioteca San Giorgio di Pistoia , un’imponente tela realizzata con tecnica mista di acrilico e piombo fuso, e l’installazione permanente I Sette Palazzi Celesti presso l’ HangarBicocca di Milano.

Kiefer il GrandeCarico Pistoia
Anselm Kiefer, Die Grosse Fracht (Il grande carico), Biblioteca San Giorgio di Pistoia (foto: sito Biblioteca San Giorgio)

La mostra e’ visitabile tutti i giorni dalle 10am alle 6pm (venerdì fino alle 22). I biglietti (costo £15.50) sono prenotabili online sul sito della Royal Academy of Arts.

Se visitate la mostra fateci sapere cosa ne pensate lasciando un commento.