Open House London 2015, case e palazzi londinesi si visitano gratis

I palazzi piú belli e inusuali della capitale aperti al pubblico e visitabili gratuitamente nel weekend del 19 e 20 Settembre 2015.

Open House London 2015, case e palazzi londinesi si visitano gratis

 

Torna anche quest’anno Open House London, il piú grande festival di architettura di Londra. I palazzi piú belli e inusuali della capitale, normalmente chiusi al pubblico, saranno aperti e visitabili gratuitamente nel corso del weekend del 19 e 20 Settembre 2015.

“Revealing great architecture for free” è lo slogan ufficiale.  Open House London è una mecca per gli appassionati di architettura, ma non solo. È una vera festa alla quale tutti i cittadini sono invitati a partecipare: un modo per scoprire angoli poco noti della capitale, per osservare il modo in cui Londra sta cambiando, per riflettere su come lo spazio che viviamo influenza le nostre vite.

L’evento, arrivato quest’anno alla 23ma edizione, è nato nel 1992 per iniziativa di una piccola charity (Open City). Da allora è cresciuto per importanza diffondendosi anche in altre città in tutto il mondo.

SPIRAL HOUSE

Spiral House

Oltre 700 le attrazioni visitabili nel weekend, tra palazzi e tour organizzati, in ogni quartiere della capitale. Molto rappresentate le zone centrali di Londra (piú di 100 palazzi solo tra la City e Camden), ma ci sono decine di posti da visitare anche in zone periferiche come Hillingdon, Havering o Croydon, per citarne solo alcuni. Ed è proprio in queste zone che molto spesso si possono trovare le soluzioni architetture piú innovative e interessanti.

Alcuni esempi: a Tower Hamlets, lungo il Tamigi, si può visitare l’Hermitage Community Moorings, una Pier House galleggiante con un complesso sistema di ormeggi per ospitare barche storiche e residenziali. A Wandsworth, è aperta Spiral House, una casa a un piano solo che si sviluppa a spirale al suo interno per essere abitabile. A Brent si potrà vedere l’intero Wembley Park in compagnia del team creativo che ne sta realizzando lo sviluppo. Ma sono solo esempi.

BT TOWER

BT Tower

Si possono visitare case private e residenze pubbliche, grattacieli, palazzi del Governo, scuole e università, ambasciate, gallerie d’arte, palestre, biblioteche, uffici, cimiteri, tribunali e molto altro, selezionate per il loro interesse architettonico. Aperti e visitabili gratuitamente anche i maggiori teatri e sale da concerto, dalla Royal Albert Hall alla Wigmore Hall, e luoghi iconici, come il Gherkin e la BT Tower. Per l’occasione, sarà aperto anche l’Istituto Italiano di Cultura a Belgrave Square.

Tra le chicche di questa edizione, anche la possibilità di visitare 10 Downing Street, la residenza del Primo Ministro, ma solo per i pochi fortunati che hanno partecipato al ballot (concluso il 5 settembre) e sono stati estratti a sorte.

Gap House

Gap House

E a chi in casa ha problemi di spazio (a Londra probabilmente tutti), consigliamo di andare a Bayswater e visitare la Gap House, una casa di quattro stanze ricavata in uno spazio strettissimo (largo meno di 2.5 metri) tra due case.

Orientarsi è facile. Per “navigare” al meglio l’evento e scegliere dove andare la cosa piú semplice è munirsi della guida cartacea, un libretto di 80 pagine con tutte le informazioni necessarie. I palazzi aperti sono elencati per quartiere e per tipologia, in modo da rendere molto facile scegliere dove andare. La guida è disponibile gratuitamente presso le biblioteche comunali, o in vendita presso alcune librerie (come Foyles), al prezzo di £8.50.  In alternativa è disponibile l’App ufficiale (costo £2.99) che utilizzando la geo-localizzazione segnala gli edifici piú vicini a dove ci si trova.

La maggior parte dei palazzi non prevedono prenotazioni, necessario andare e mettersi in fila (“turn up and view”). La guida (e il sito) indicano per ciascun palazzo le date e gli orari di apertura.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.openhouselondon.org.uk, e seguire l’hashtag #openhouselondon

Londra, 9/9/2015

foto: Open House