Torna “Open House London” nel weekend con l’Italia da ammirare

Tra gli 800 edifici storici anche l'Istituto di cultura nell’elegante quartiere di Belgravia, e l'Estorick Collection in un bellissimo edificio georgiano

Torna “Open House London” nel weekend con l’Italia da ammirare

 

Sarà un fine settimana all’insegna dell’architettura a Londra grazie ad Open House. La capitale domani e domenica (sabato 21 e domenica 22 settembre) aprirà al pubblico oltre 800 edifici normalmente chiusi ai più, tra tour, passeggiate a tema e conferenze. Anche quest’anno il programma offre una vasta scelta di attrazioni storiche e moderne e attività correlate per la famiglia.

Durante la manifestazione, sarà possibile celebrare Londra e la sua bellezza. Coloro che prenderanno parte potranno infatti visitare edifici pubblici, case private, chiese, musei, scuole e uffici che durante la settimana sono aperti al pubblico solo a pagamento, oppure come anticipato, del tutto chiusi perché privati.

Un esempio è la Spencer House, palazzo del XVIII secolo situato a Green Park, o la Sinagoga di Bevis Marks, il più antico esempio britannico di luogo di culto della religione ebraica.

Migliaia anche gli studenti che partecipano alla due-giorni con corsi di sensibilizzazione al design per gruppi e conferenze che ospita professionisti del settore.

La sede dell’Estorick Collection of Italian modern art

Open House è un’occasione per incontrare produttori, architetti, sviluppatori, ingegneri e imprenditori. Lo scopo primario è quello di far conoscere l’architettura, la progettazione e le infrastrutture della città ad adulti e bambini.

Domani, 21 settembre, dalle 9 alle 17, a questa edizione dell’Open House 2019, parteciperà anche l’Istituto Italiano di Cultura a Londra che aprirà le porte al pubblico nell’elegante quartiere di Belgravia in una raffinata casa borghese. Sabato e domenica toccherà invece alla Estorick Collection of Modern Italian Art. La collezione è ospitata in un bellissimo edificio georgiano, in passato conosciuto come Northampton Lodge. Oggi il museo comprende sei gallerie su tre piani, una biblioteca, uffici, una caffetteria e una libreria.

Per i nativi digitali è possibile scaricare anche un’app mobile tramite la quale si può pianificare la visita degli edifici da visitare. Per conoscere l’intero programma di questa edizione del 2019, si può consultare il sito internet ufficiale a questo indirizzo.

Juli Piscedda www.julipiscedda.net

(Nella foto in alto il Foreign & Commonwealth Office)


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.