Mappa mondiale della poesia: l’idea di Giovanna Iorio, italiana a Londra

Ha creato un sito web che raccoglie versi in forma audio e testo di centinaia di poeti, famosi e non

Mappa mondiale della poesia: l’idea di Giovanna Iorio, italiana a Londra

 

Quando il passato incontra il digitale, quasi sempre nasce un progetto di immensa bellezza. E’ il caso di Giovanna Iorio, scrittrice nata a Roma ma ora a Londra, che ha creato una mappa sonora mondiale della poesia.

Il progetto, chiamato Poetry Sound Library, riporta su una carta geografica circa 500 bandierine suddivise per continenti in corrispondenza dei luoghi d’origine degli autori delle poesie.

L’obiettivo del progetto è di ascoltare le voci dei poeti internazionali, del presente e del passato, e far vivere le loro poesie.

L’idea, oltre alla lettura dei versi in lingua originale, comprende anche una breve biografia di ogni singolo autore coinvolto nell’iniziativa.

Ad esempio, gli amanti del genere potranno ascoltare dei versi, tratti da un brano dell’antologia “Spoon River”, recitati dalla voce soave di Alda Merini o di Edgar Lee Masters, ascoltandone anche l’incipit “forse un mattino andando…” letto da un impeccabile Eugenio Montale.

Il progetto ha come intento anche quello di dare ai poeti non ancora conosciuti la possibilità di essere scoperti e sentiti da varie parti del pianeta.

Poetry Sound Library vanta anche la collaborazione di alcuni artisti britannici che per diffondere l’iniziativa hanno coinvolto altri colleghi della voce di tutto il mondo, dalla Cina al Sud America.

Il progetto firmato dall’italiana Giovanna Iorio vuole anche avere una valenza didattica. Infatti il prossimo step sarà quello di utilizzare la piattaforma per promuovere la poesia tra i giovani studenti delle scuole, spiegano loro le varie fasi del processo creativo.

Juli Piscedda www.julipiscedda.net


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.