La musica italiana contemporanea in scena all’Istituto di Cultura di Londra

Le opere saranno interpretate dal celebre violoncellista Rohan de Saram. Parla il compositore Dimitri Scarlato, conduttore della serata e autore di uno dei pezzi in programma

La musica italiana contemporanea in scena all’Istituto di Cultura di Londra

 

La musica di 7 giovani compositori italiani sarà al centro di una lezione/concerto all’ICI (Italian Cultural Insitute) di Londra giovedì 28 aprile alle 19.30, ad ingresso gratuito, nell’ambito del Festival Goodbye Dolce Vita.  Il concerto sarà presentato da Dimitri Scarlato, compositore e direttore d’orchestra romano, a Londra dal 2004, e da Jonathan Cole, docente di composizione del Royal College of Music. I due artisti discuteranno dell’influenza dei grandi compositori italiani del ventesimo secolo sulle nuove generazioni di compositori.

dimitri
Dimitri Scarlato

“Quando il direttore artistico Stefania Passamonte mi ha chiesto di organizzare questo concerto, ho cercato di selezionare compositori under 40 che sono costantemente eseguiti assieme ad altri che necessitano di avere più opportunità” spiega Dimitri Scarlato a Londra, Italia. “Oltre a questo criterio ho programmato brani che potessero dare una visione eterogenea della realtà dei compositori contemporanei italiani. Alessandra Ravera e Gianluca Verlingieri ad esempio si sono formati all’Accademia Chigiana e all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Azio Corghi ed Ivan Fedele, e la loro scrittura è alla ricerca di nuove sonorità e possibilità tecniche degli strumenti. Marco Morgantini continua questa ricerca nel suo brano per violino, mentre Domenico Turi cerca di integrare vari modelli del 900 nei suoi brevi brani per pianoforte e violino. Gabriele Caselli e Laura Marconi sono stati segnalati da Alberto Colla, ed la loro musica spazia verso nuove fonti d’ispirazione, come il canto di vari uccelli canterini.”

Rohan de Saran
Rohan de Saram

“Per quel che mi riguarda” continua Scarlato, “da compositore che è attivo nel mondo della musica applicata e della musica contemporanea, cerco sempre di far interagire le due realtà nella mia musica, ed in questo caso il mio brano per violoncello solo è ispirato da un immaginario viaggio di un migrante in cerca di una vita migliore, viaggio descritto utilizzando tutte le risorse sonore e tecniche che il violoncello può offrire”.

Ad eseguire le musiche sarà Rohan de Saram, storico violoncellista del più famoso quartetto d’archi di musica contemporanea, il quartetto Arditti, insieme alla violinista Mandhira de Saram.

Il programma del concerto prevede:

Gianluca Verlingieri: ImaginActions (for solo cello)
Gabriele Caselli: Sei cantiche su trillo Amazzonico (for solo cello)
Alessandra Ravera: Corde in canto (for violin and cello)
Laura Marconi: Birds of Paradise (for violin and cello)
Dimitri Scarlato: The Migrant’s Tale (for solo cello)
Marco Morgantini: Sequor (for solo violin)
Domenico Turi: Tre piccoli pezzi (for violin and piano)

L’ingresso all’evento è libero, con prenotazioni sul sito dell’Istituto di Cultura.

 

 

italian composers

Chiara Luise

Londra, 27/4/2016