Il Rinascimento dei nudi. A Londra la mostra con parità di genere

Presso la Royal Academy ottanta opere firmate da Tiziano, Raffaello, Michelangelo, Bronzino, Leonardo e molti altri

Il Rinascimento dei nudi. A Londra la mostra con parità di genere

 

Ottanta opere per raccontare il corpo umano attraverso un unico comune denominatore: l’arte. Sono le protagoniste di “The Renaissance Nude” la nuova mostra in programma alla Royal Academy of Arts di Londra fino al 2 giugno.

Da Tiziano a Raffaello passando per Michelangelo, Bronzino, Leonardo, Dürer e Cranach, il nudo nel Rinascimento viene descritto tra sacro e profano, così come veniva immortalato nelle pennellate e nei disegni dei rispettivi autori tra il 1400 e il 1530.

Di fronte ad essi non c’erano semplici modelli dai quali prendere spunto per tracciare le linee dei muscoli o quelli dei volti, quanto invece un concentrato di bellezza da raccontare e tramandare ai posteri.

“The Renaissance Nude” per quanto prenda ispirazione dall’arte di oltre seicento anni fa, vuol anche offrire una visione del nudo correlata con i nostri tempi moderni.

Tanto che i curatori l’hanno pensata ed allestita con un’attenzione alla parità di genere, visto che si potranno ammirare un numero di nudi femminili pari a quelli maschili.

In esposizione si potranno trovare dipinti di vaste dimensioni a piccole illustrazioni, dalle statuette di bronzo agli studi anatomici.

Tutte insieme offrono uno spaccato di una tradizione visiva che è diventata centrale per l’arte europea, che ancora oggi è fonte di ispirazioni per gli artisti contemporanei.

Info: “The Renaissance Nude” fino al 2 giugno presso la Royal Academy of Arts di Londra (Burlington House, Piccadilly, Mayfair, London W1J 0BD). Tutti i giorni dalle 10 alle 18, il venerdì fino alle 22. Costo del biglietto £16. Qui il sito internet ufficiale

Nella foto in alto: da sinistra la Venere di Titian, Apollo di Pietro Perugino e San Sebastiano di Agnolo Bronzino.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.