La pittura incompiuta di Giorgio Griffa in mostra a Londra

Tra gli artisti più influenti degli anni Sessanta, sarà ospite del Camden Arts Centre nella sua prima retrospettiva in terra inglese

La pittura incompiuta di Giorgio Griffa in mostra a Londra

 

Una mostra interamente dedicata a uno dei pittori italiani più influenti degli anni Sessanta, organizzata dal Camden Arts Centre di Londra. Si tratta della retrospettiva su Giorgio Griffa che si apre dal 26 gennaio per andare avanti fino all’8 aprile con opere e documenti che ripercorrono la vita personale e professionale dell’artista ancora oggi operativo all’età di 81 anni nel suo studio di Torino. Si tratta della prima esposizione dedicata al pittore organizzata in terra inglese.

Strettamente legato al movimento dell’Arte Povera, Griffa divenne famoso come parte di una generazione di artisti del Bel Paese che propose una radicale ridefinizione della pittura.  Credendo nella intelligenza della pittura –  si legge nella nota introduttiva della mostra londinese –  Griffa permette alla superficie, al colore e ai segni – gli elementi essenziali della pittura – di prendere parte alla creazione dell’opera e non solo di esserne indiretti protagonisti.

Spesso lavorando sul pavimento dello studio – racconta Martin Clark, direttore del  Camden Arts Centre -, i gesti ritmici e formali di Griffa si immergono nel materiale non elaborato, non stirato, riflettendosi sulla pittura come un processo basato sul tempo. Le linee e le pennellate vengono inoltre deliberatamente tagliate e la tela non viene mai riempita. Alla fine non si avrà mai un oggetto finito e completo, quasi a rappresentare un processo aperto come metafora di uno spazio permanentemente incompiuto“.

Il giorno prima dell’apertura ufficiale al pubblico, il 25 gennaio alle ore 17.45, Giorgio Griffa sarà ospite della galleria per un incontro-confronto aperto a tutti con il direttore Martin Clark.

Info: Giorgio Griffa – Camden Arts Centre di Londra – dal 26 gennaio all’8 aprile, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18, tranne il mercoledì fino alle 21. Ingresso libero. Ulteriori informazioni a questo indirizzo web.