2021: anno dedicato al Sommo Poeta. Anche Londra celebra l’immortale Dante

Istituto di Cultura, Ambasciata e varie associazioni hanno in programma una serie di iniziative per celebrarne i 700 anni dalla scomparsa

2021: anno dedicato al Sommo Poeta. Anche Londra celebra l’immortale Dante

 

Sommo poeta, padre della patria e dell’italiana eloquenza, poeta eterno, signore del sommo canto, gloria de’ fiorentini, vate delle itale genti.

Si spense una notte di settembre del 1321 colui che viene unanimemente definito “padre della lingua italiana.” Dante Alighieri era un poeta, ma anche un filosofo, un teologo, un visionario ed un amante delle scienze; un autore immortale, la cui opera non smette di affascinare, ispirare e far discutere a 700 anni dalla sua morte. Un “uomo del suo tempo,” ma anche, in fondo, una presenza viva nella storia e nella cultura italiana.

Il 2021 sarà un anno ricco di eventi e manifestazioni volti a celebrare la vita ed i lasciti di un illustre narratore ed irraggiungibile cantore della nuova lingua volgare. Ma non solo l’Italia ed i borghi simbolo della vita del poeta si stringeranno intorno alla figura di Dante; anche l’Istituto Italiano di Cultura (ICI) e l’Ambasciata d’Italia a Londra hanno organizzato per il 2021 un calendario ricco di eventi, incontri e seminari, ma anche musica, film e mostre.

E’ infatti in pieno svolgimento il programma dell’ICI Dante: A Man for All Seasons, che consiste in una serie di seminari – ogni martedì, fino al 4 maggio, dalle 19 alle 20.30 – organizzati in collaborazione con il Warburgh Institute ed alcuni ricercatori della UCL. I seminari, che coprono una notevole varietà di temi, dalla vita e poetica dell’autore alle sue teorie filosofiche e teologiche, dal suo rapporto con la politica del tempo alle sue influenze nell’arte e la letteratura mirano ad esplorare alcuni delle tematiche e delle idee che dominano l’opera dantesca e che continuano ad essere significative al tempo d’oggi.” Per partecipare, ci si può registrare gratuitamente qui.

L’Istituto Italiano di Cultura ha inoltre messo a disposizione un audiolibro completamente gratuito prodotto in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed intitolato “Dalla selva oscura al Paradiso.” Disponibile in 33 lingue, l’audiolibro (scaricabile sul sito a questo indirizzo) ripercorre alcuni dei passaggi più significativi della Commedia dantesca, guidando gli ascoltatori attraverso questo poema complesso, ma pur sempre straordinario.

In occasione del Dantedì, il 25 marzo, data che secondo gli studiosi corrisponderebbe al giorno di inizio del viaggio ultraterreno nella Divina Commedia, l’ICI e l’Ambasciata prevedono inoltre una giornata di celebrazioni, musica e letture, i cui dettagli saranno pubblicati prossimamente sui rispettivi siti.

Mentre la Dante Society London sta attualmente reclutando artisti, fotografi, musicisti, poeti e performers di qualsiasi indirizzo per un evento poliedrico che si terrà a settembre, mese della morte di Dante, sempre nella capitale inglese. (Per ulteriori informazioni su come partecipare, si può consultare il sito dell’iniziativa).

Insomma, pandemia o no, Dante rimane un simbolo culturale, un patrimonio letterario ed una fonte di ispirazione. Forte della sua notorietà anche in terra britannica, dove autori da Geffrey Chaucer a John Milton, da William Blake a James Joyce e T.S. Eliot hanno ammirato ed emulato il poeta fiorentino, Dante rimane oggi un chiaro esempio di come la storia e la cultura vivano e sopravvivano anche – e soprattutto – in tempi di crisi.


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.