A Londra la settimana della cucina italiana nel mondo. Tutti gli chef ospiti e come seguirli

Si inizia da stasera con Cristina Bowerman

A Londra la settimana della cucina italiana nel mondo. Tutti gli chef ospiti e come seguirli

 

Al via oggi, lunedì 23 novembre, la V edizione della settimana dedicata alla cucina italiana nel mondo. L’iniziativa, organizzata dal Ministero degli Esteri in collaborazione con la rete di Ambasciate e Consolati italiani, si propone di celebrare la tradizione enogastronomica del belpaese e di promuovere il Made in Italy con un occhio di riguardo alla sostenibilità, la qualità e l’innovazione.

Il tema di quest’anno è “Saperi e sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi”: un viaggio tra i borghi d’Italia alla scoperta di ingredienti autoctoni e tradizioni millenarie che vuole rendere omaggio all’autore del celebre manuale “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.”

E’ proprio dalla valorizzazione della cucina casalinga e dalla riscoperta delle risorse agroalimentari locali che si vuole infatti ripartire in un’edizione che dovrà fare i conti con le restrizioni anti-Covid e l’impatto della pandemia sui settori del turismo e della ristorazione.

Nel contesto dell’emergenza sanitaria attuale, si vogliono inoltre enfatizzare le proprietà benefiche della dieta mediterranea, da sempre riconosciuta tra gli stili di vita più salutari ed equilibrati.

A Londra, l’Ambasciata d’Italia ha organizzato per la settimana in corso un calendario ricco di eventi virtuali, live cooking shows e video ricette. Si parte stasera alle 18.30 con un live su Instagram che vedrà protagonista la chef stellata Cristina Bowerman (nella foto sopra).

Ogni sera alla stessa ora, alcuni dei più grandi nomi della cucina italiana contemporanea si vedranno poi impegnati in eventi simili, volti a proporre al pubblico inglese ricette ispirate alle tradizioni regionali italiane.

L’Ambasciata ha inoltre organizzato la distribuzione in diversi punti della città di oltre 400 pasti, preparati dallo chef Cortellini e confezionati in contenitori biodegradabili. L’iniziativa, che vuole lanciare un messaggio contro gli sprechi alimentari, vede la partecipazione di FoodCycle, un’organizzazione benefica impegnata nella lotta contro la povertà e nella promozione della sicurezza alimentare.

“In questo momento non semplice – ha commentato l’ambasciatore Trombetta – desideriamo continuare a promuovere il meglio del mondo enogastronomico italiano, portando nelle case britanniche ingredienti, ricette, tradizioni regionali e la possibilità di interagire con alcuni fra i più brillanti interpreti della cucina italiana contemporanea. Ricordando che mangiare italiano fa bene non solo allo spirito, ma anche alla salute e all’ambiente.”

Salute e sostenibilità saranno infatti i temi cardine di questa edizione, riproposti in un webinar sull’importanza della dieta mediterranea per il rafforzamento del sistema immunitario in situazioni di stress, organizzato dall’Accademia della Cucina Italiana.

L’intero programma con tutte le modalità per seguire i singoli eventi si può consultare a questo link.


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.