Violenza domestica in UK, premiato a Londra il reportage Rai di Marco Varvello

Il noto giornalista ha raccolto voci e descritto numeri che posizionano il Regno Unito al primo posto in Europa per maltrattamenti verso le donne

Violenza domestica in UK, premiato a Londra il reportage Rai di Marco Varvello

 

Marco Varvello, uno dei volti giornalistici più noti della televisione italiana, è stato premiato a Londra quale vincitore del “Best foreign language story about Britain”, riconoscimento assegnato dalla Foreign Press Association (FPA), l’associazione che raccoglie la stampa estera nel Regno Unito.

Varvello ha vinto il premio per un suo reportage, andato in onda in Italia su “Tv7”, programma di approfondimento del Tg1, sulle violenze domestiche nel Regno Unito, paese al primo posto in Europa per numero di maltrattamenti registrati. “Un dramma che accomuna classi sociali ed etnie diverse”, come spiega a Londra Italia lo stesso giornalista capo dell’ufficio di corrispondenza Rai nella capitale inglese.

Ho voluto approfondire questo argomento perché siamo soliti avere una immagine di Londra scintillante dove tutto è perfetto, anche all’interno delle quattro mura di casa – ci ha detto il giornalista – quando invece i numeri raccontano di una realtà differente, un problema sociale molto forte che non va considerato semplicemente come una questione puramente femminile, come spesso accade”.

Da Chelsea a Kensington passando per Brixton o Hackney, dai quartieri più in a quelli più popolari, non c’è zona di Londra che non sappia cosa significhi violenza tra le mura domestiche. Se si amplia il raggio d’azione, come racconta Varvello nel suo reportage, ecco che in UK emerge che ogni settimana sono almeno due le morti accertate per violenza tra le mura di casa e ben centomila gli stupri su donne ma anche uomini.

Numerose le voci raccolte nel reportage, sia di donne vittime di violenze che di persone che lavorano e operano per offrire assistenza e sostegno legale. Tra queste Simonetta Agnello Hornby, nota scrittrice di origine sicula ma da decenni trasferitasi a Londra, in passato avvocato in uno studio legale, primo in Inghilterra ad aver aperto un dipartimento esclusivamente dedicato alle violenze domestiche.

Una esperienza che ha portato la Hornby a promuovere numerose iniziative per contrastare la violenza sulle donne, tra le quali la rappresentazione teatrale “Credevo che”, realizzata con la jazzista Filomena Campus dove tra parole, musica e canto, le due donne condividono con il pubblico le storie delle vittime di violenze domestiche.

In basso il reportagep rodotto dalla Rai di Londra vincitore del FPA Media Awards, a questo link tutta la lista dei premiati nelle diverse categorie.