Victoria Beckham sceglie l’Italia: Paolo Riva nuovo Ceo dell’azienda di moda

Il manager ha 16 anni di esperienza nel fashion. Salvatore Ferragamo, Valentino e Tory Burch le firme più note del suo curriculum

Victoria Beckham sceglie l’Italia: Paolo Riva nuovo Ceo dell’azienda di moda

 

Victoria Beckham screglie l’Italia per rilanciare l’azienda che porta il suo nome. Ad aprile il suo marchio di moda era stato dato in crisi da alcuni analisti di bilancio e un ridimensionamento dell’azienda appariva necessario. Ora il brand della celebrity inglese è pronto al rilancio e per farlo si affiderà a Paolo Riva. Il manager e consulente sarà il nuovo amministratore delegato, italiano di nascita e formazione, anche se da tempo vive e lavora negli Stati Uniti; ricoprirà la posizione vacante lasciata lo scorso anno da Zach Duane.

La scelta non è casuale. Victoria Caroline Adams si è affermata come stilista lanciando un suo brand personale nel 2008, anche se risulta più nota per essere stata la cantante delle Spice Girls e per aver sposato il calciatore David Beckham. Ora una delle donne che più influenzano il settore del fashion nella City è pronta al salto di qualità, nel tentativo di importare nella moda britannica i pregi dello stile italiano ammirati in tutto il mondo.

Riva aveva rassegnato le dimissioni da amministratore delegato di Diane Von Furstenberg nel 2015, dopo essere stato a capo della business unit di Salvatore Ferragamo tra il 2002 e il 2007. Già responsabile del merchandising di Valentino per cinque anni e di Tory Burch per due, nel 2017 aveva fondato a New York l’azienda di consulenza che porta il suo nome, collaborando con tanti altri marchi statunitensi e internazionali.

La sua attività, in stretta collaborazione con Victoria Beckham, sarà quella di espandere il mercato del lusso in categorie specifiche come quelle delle calzature, degli accessori e degli occhiali a Londra e Hong Kong, sedi dei due principali punti vendita del marchio.

La ristrutturazione del brand vede in Paolo Riva la figura che dovrà dare frutto agli sforzi fatti da Neo Investment Partners a dicembre, con una iniezione di 30 milioni di sterline, e all’arrivo nella scorsa primavera del businessman franco-marocchino Ralph Toledano, in qualità di presidente dell’azienda. Victoria Beckham possiede 400 rivenditori in 50 paesi diversi, ma l’Asia sarà nel 2018 un continente chiave per lo sviluppo di un marchio che ha chiuso il 2017 con una crescita dei ricavi a doppia cifra.

«Un’opportunità unica ed entusiasmante», ha detto il Ceo italiano che sarà operativo da settembre. «Il marchio di Victoria rappresenta una sfida importante in questa fase della mia carriera. In passato è stata molto brava nell’affrontare la rivoluzione digitale e a cavalcarne l’onda nel settore della moda. Ora proveremo a canalizzare la sua visione direttamente ai consumatori, magari introducendo qualche nuovo spunto rispetto a quanto il brand ha offerto finora».