Vaccino AstraZeneca: inoculata a Oxford la prima dose a un 82enne

Regno Unito primo paese al mondo ad avere già somministrato due antidoti anticovid

Vaccino AstraZeneca: inoculata a Oxford la prima dose a un 82enne

 

Sono iniziate nel Regno Unito pochi minuti fa le vaccinazioni anticovid attraverso il secondo antitodo approvato nel paese, quello prodotto dall’AstraZeneca e realizzato nei laboratori di ricerca dell’Oxford University in tandem con l’IRBM di Pomezia, alle porte di Roma.

In questa maniera l’UK è il primo paese al mondo ad avere due vaccini che lavorano in contemporanea, sul proprio territorio, per contrastare la diffusione del coronavirus.

Il primo, quello della Pfizer/Biontech, somministrato già a circa un milione di persone dallo scorso 8 dicembre, e ora il nuovo dell’AstraZeneca/Oxord. Il primo a riceverlo è stato Brian Pinker (nella foto), 82 anni, ed è stato scelto il Churchill Hospital come luogo simbolo per la prima dose inoculata.

L’NHS, il sistema sanitario nazionale, ma soprattutto il governo di Boris Johnson, ha molta fiducia in questo secondo vaccino per contrastare la diffusione della pandemia che in UK ha raggiunto livelli allarmanti, con oltre 50mila contagi registrati nell’arco delle ultime 24 ore.

Si tratta di un vaccino considerato dal governo di Londra un punto di svolta nella battaglia anticovid in quanto economico e facilmente trasportabile, dal momento che può essere conservato alla temperatura di un normale frigorifero.

A partire da oggi, quindi, sei ospedali in Inghilterra inizieranno la somministrazione delle prime 530mila dosi che l’UK ha pronte per questa settimana. Poi, nel corso dei prossimi giorni, il programma di vaccinazione e la campagna verranno estesi anche ad altri punti di vaccinazione sull’intero territorio nazionale. AstraZeneca, tra l’altro, ha promesso di aumentare la produzione del proprio vaccino e di mettere così a disposizione del Paese circa due milioni di dosi a settimana, a partire da metà gennaio.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.