UK, sconto sulla quarantena per chi entra nel paese. Ma solo dopo un test a pagamento

Lo ha annunciato il governo di Boris Johnson che sta lavorando anche sulle nuove regole in vista del Natale

UK, sconto sulla quarantena per chi entra nel paese. Ma solo dopo un test a pagamento

 

Il governo di Boris Johnson alleggerisce le misure restrittive per tutti coloro che entreranno nel paese provenienti da quei territori esteri che sono soggetti alla quarantena, tra i quali ad oggi anche l’Italia.

Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti, Grant Shapps, specificando che dal 15 dicembre si attuerà una sorta di sconto sull’obbligo di quarantena precauzionale per chi enterà dall’Inghilterra, passando i 14 giorni di isolamento ad appena 5.

A patto di sottoporsi all’arrivo al test del tampone e che il contagio da coronavirus ovviamente risulti negativo. Happs ha tuttavia precisato che il tampone per i viaggiatori sarà a pagamento e prevedrà un ticket. Il costo si dovrebbe aggirare tra i £65 e i £120.

Questa decisione, stando alle dichiarazioni del ministro, intende alleggerire la pressione sul sistema sanitario nazionale, l’NHS, cercando di ridurre il più possibile il numero di tamponi da effettuare su base quotidiana per situazioni non di estrema urgenza, come può essere un rientro da un viaggio.

Il ministro dei Trasporti britannico ha inoltre ammonito connazionali e stranieri che i viaggi natalizi andranno programmati con cura anche all’interno nel Regno Unito, poiché vi saranno regole di cautela destinate a rimanere in vigore o a essere introdotte ulteriormente, incluse indicazioni precise riguardanti i limiti sull’uso e la capienza dei treni.

Annunciando ieri il ritorno dal 3 dicembre (e prevedibilmente sino a fine marzo) di uno schema di restrizioni locali rafforzate, a seconda dei dati sui contagi di Covid raccolti zona per zona, dopo la fine del lockdown nazionale in Inghilterra, il premier Boris Johnson ha da parte sua confermato che il governo intende annunciare in settimana un qualche rilassamento ad hoc delle limitazioni di contatti sociali e familiari in UK per alcuni giorni (5 secondo le attese) durante le feste natalizie.

Ma ha escluso una tregua di Natale indiscriminata, nel senso di alleggerimenti eccessivi, avvertendo che il virus “non riconosce” alcuna celebrazione e potrebbe rialzare la testa in caso di comportamenti imprudenti.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.