The Independent cessa le pubblicazioni, sarà solo online

Ultima edizione cartacea il 26 marzo 2016.

The Independent cessa le pubblicazioni, sarà solo online

 

The Independent, uno dei quotidiani nazionali britannici, chiude le pubblicazioni per spostarsi interamente sull’online. La sua ultima edizione cartacea sarà il 26 marzo 2016. Chiusura anche per la versione domenicale del tabloid, The Independent on Sunday.

L’annuncio è stato dato questa mattina dall’editore ESI Media, che ha anche confermato la vendita del giornale “i” a Johnston Press per 24 milioni di sterline.

Di area progressista, l’Independent era uno dei quotidiani britannici piú giovani. Fondato negli anni ’80 da tre ex-giornalisti del Telegraph, aveva raccolto attorno a se un buon numero di giornalisti usciti dal Times in seguito all’ingresso di Murdoch.  Qualche anno di successo, con tirature anche di 400,000 copie, poi una serie di problemi finanziari che porteranno alla trasformazione nel formato tabloid (2004) e alla cessione al miliardario russo Alexander Lebedev nel 2010.

L’Independent manterrà le sue pubblicazioni e il suo brand online.  con l’obiettivo di attrarre sempre piú lettori sulla propria piattaforma internet .

In un email a tutti i dipendenti, l’editore Evgeny Lebedev ha definito la mossa “una transizione storica“, prevedendo che molti altri grandi giornali seguiranno presto la stessa strategia. Un “cambiamento inevitabile” secondo Lebedev, che sottolinea il continuo declino della carta stampata, rispetto alla crescita dell’online.  Tra le novità annunciate, la creazione di una app a pagamento.  Il sito i100, anch’esso di The Independent, sarà rinominato indy100.com

Londra, 12/2/2016

Articolo modificato il 13 febbraio per inserire il commento di Evgeny Lebedev