Salario troppo basso, 150mila londinesi fanno un doppio lavoro.

Salario troppo basso, 150mila londinesi fanno un doppio lavoro.

Un salario minimo più alto per chi vive a Londra. La proposta arriva da Tessa Jowell, candidato sindaco del Labour, che chiede di assegnare al Comune il potere di alzare il minimo sindacale, portandolo a 9.15 sterline contro i 6.50 attuali : 2.65 pounds in più che farebbero la differenza, soprattutto nei settori tradizionalmente meno pagati come l’assistenza, le vendite e la ristorazione.

Secondo la Jowell, la vita in città costa più cara, quindi è giusto pagare di più: la futura candidata si impegnata a imporre il living wage a tutte le imprese che hanno contratti con l’amministrazione comunale. Una promessa che in ottica elettorale potrebbe farle guadagnare parecchi consensi.

Secondo i dati forniti, sarebbero 150mila i londinesi che fanno un doppio lavoro per arrivare alla fine del mese (+50% in un decennio): erano 94mila nel 2005. Nonostante l’aumento della forza lavoro, passata da 3.6 mln di persone a 4.3 mln nello stesso periodo, l’aumento è stato del 29%. Tra loro anche pompieri e poliziotti: tra i lavori svolti nella “seconda vita” ci sono impieghi nelle sfilate, nei corsi di autodifesa e persino da istruttrice di pole dance.

Antonio Piemontese

Londra, 3/6/2015