Rischio strutturale, Hammersmith Bridge chiuso al traffico

Il ponte è stato chiuso a auto e bus a tempo indeterminato. Permesso il transito di pedoni e ciclisti.

Rischio strutturale, Hammersmith Bridge chiuso al traffico

 

L’Hammersmith Bridge, uno dei ponti piú amati di Londra, è stato chiuso al traffico a tempo indeterminato per ragioni di sicurezza.

Durante un controllo di routine il ponte, inaugurato nel 1887, ha rivelato seri problemi strutturali che non hanno lasciato scelta agli esperti. È scattata cosi’ la chiusura immediata a tutto il traffico a motore, auto e bus, mentre l’accesso rimane possibile per pedoni e ciclisti.  Una chiusura destinata a creare grossi problemi al traffico. L’Hammersmith Bridge non è soltanto uno dei piú iconici ponti sul Tamigi, ma è una arteria vitale per i collegamenti da una parte all’altra del fiume collegando Hammersmith con Barnes.

“L”Hammersmith Bridge è una struttura di 132 anni che non è stata progettata per il traffico moderno” ha dichiarato in una nota il municipio di Hammersmith & Fulham. “La chiusura [del ponte] non è una decisione che abbiamo preso alla leggera e sappiamo che creerà problemi a molte persone. Siamo dispiaciuti per questa tale interruzione, ma dobbiamo mettere al primo posto la sicurezza del pubblico”.

Non è la prima volta che l’Hammersmith Bridge viene chiuso per lavori di manutenzione, e sono ben noti i problemi strutturali del ponte (qui ben spiegati in un interessante video di Londonist).  Chi passa vicino al ponte rimane sorpreso nel vedere quanto sia basso (è necessario chinarsi per passarci sotto a piedi) e nel sentire le vibrazioni al passaggio delle auto.

Questa volta però il problema sempre essere quello della mancanza dei fondi necessari. Il municipio di Hammersmith & Fulham ha dichiarato infatti di essere pronto ad iniziare i lavori di ristrutturazione ma di non avere ancora avuto dal Governo la disponibilità finanziaria per farlo.

foto: F. Ragni


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.