Rincari di gas ed elettricità, prima azione concreta per le aziende da parte di Downing Street

Nei prossimi giorni verrà definito il pacchetto di aiuti a favore delle famiglie. Per entrambi si parte dal primo ottobre

Rincari di gas ed elettricità, prima azione concreta per le aziende da parte di Downing Street

 

Downing Street mette in campo la prima vera azione per contrastare l’aumento del costo di energia e gas. I primi a beneficiarne saranno le imprese britanniche con un impegno da parte del governo che prevede un pacchetto di azioni basato su contributi economici.

Si tratta dell’Energy Bill Relief Scheme che offrirà sconti per tutte le aziende per sei mesi a partire dal 1 ottobre. In questo modo il governo si farà carico di una parte della spesa che dovrebbe essere sostenuta proprio dalle aziende.

In totale saranno messi sul piatto 150 miliardi di sterline, buona parte destinato al settore imprenditoriale, il rimanente per aiutare le famiglie.

Per il momento i rappresentanti di governo non hanno specificato i dettagli del progetto, dato che come ha specificato lo stesso primo ministro Liz Truss, molto dipenderà dall’andamento del mercato del costo di energia e gas che, come si può immaginare, proprio in questo periodo è molto fluttuante.

Secondo lo schema, però, sia per le imprese che per le famiglie verrà fissato un tetto massimo del costo dell’energia, intesa sia elettricità che gas, e se questo tetto verrò sforato sarà il governo a farsene carico coprendo la parte rimamente attraverso un contributo che verrà versato direttamente ai fornitori.

I prezzi dovrebbero essere fissati per tutti i clienti non domestici, quindi per le aziende, a £ 211 per MWh per l’elettricità e £ 75 per MWh per il gas, per i prossimi sei mesi.

Per il contributo alle famiglie, maggiori dettagli verranno comunicati nei prossimi giorni. Ma, per entrambi gli ambiti, imprenditoriale e domestico, il contributo governativo scatterà dal primo ottobre.