Meglio la birra? Un inglese su dieci non beve acqua

La maggior parte dei britannici sottovaluta la quantità di acqua necessaria a mantenersi in forma. E qualcuno, come sempre, esagera.

Meglio la birra? Un inglese su dieci non beve acqua

 

Un britannico su 10 dichiara di non bere neanche una goccia d’acqua al giorno. Il dato è contenuto in uno studio commissionato da San Pellegrino a Kantar Tns, società di ricerche, sulle abitudini idriche di sette paesi: Francia, Cina, Italia, Messico, UK, Stati Uniti e Turchia. Ci sarebbe da sorridere, se non si trattasse di un problema. Serio. La maggior parte della popolazione sottovaluta la quantità di acqua necessaria a mantenersi in salute: i sudditi di Sua Maestà sono convinti bastino poco più di 6 bicchieri al giorno. “Ma un litro non è sufficiente – avverte il professor Umberto Solimene, docente all’Università degli Studi di Milano – Per assicurare il benessere psico-fisico al nostro organismo è necessario berne almeno due, meglio se distribuiti nell’arco dell’intera giornata, senza aspettare lo stimolo della sete”.

Il caso del Regno Unito è preoccupante. In riva al Tamigi il 43% degli intervistati ritiene che bere acqua abbia gli stessi effetti di qualsiasi altra bevanda. Non si sa se la birra fosse inclusa; sicuramente lo erano le bevande gassate e i succhi.

Ben diversa la situazione in Italia: sette persone su dieci bevono almeno un litro al giorno, e in generale gli abitanti del Belpaese si dichiarano informati sui benefici di una corretta idratazione. Anche in questo caso non mancano le curiosità: la metà dei connazionali consuma spesso acqua in auto. Quale rapporto intercorra tra la vettura e la sete, la ricerca non lo chiarisce. Ma è sempre meglio che sedersi alla guida in preda all’alcol.

Antonio Piemontese
@apiemontese