Quarantena obbligatoria per chi dall’Italia fa ingresso in Gran Bretagna

Anche Città del Vaticano e San Marino tra i paesi sottoposti alla misura per prevenire un aumento dei contagi sul territorio inglese

Quarantena obbligatoria per chi dall’Italia fa ingresso in Gran Bretagna

L’Italia, San Marino e Città del Vaticano sono state rimosse dalla lista dai paesi esenti dall’obbligo di quarantena per chi entra nel Regno Unito.

Cio’ significa che a partire dalle 4 del mattino di domenica 18 ottobre, qualsiasi persona partita dal Belpaese per giungere in UK dovrà rispettare un obbligo di 14 giorni di auto isolamento.

Tale provvedimento era gia’ in vigore per Spagna, Francia e la maggior parte dei paesi Ue. A riportarlo il ministro ai trasporti britannico, Grant Shapps, che ha effettuato proprio in queste ore degli aggiornamenti ai travel corridors, ossia alla lista dei paesi per i quali c’è l’obbligo di quarantena in UK, ma anche per quelli che non sono soggetti a questa speciale misura restrittiva.

La decisione del governo britannico di inserire nuovamente l’Italia nella lista dei paesi per i quali c’è l’obbligo di quarantena arriva dopo l’ultimo bilancio relativo al numero di contagi in Italia: 8.804 nuovi casi di coronavirus e 83 morti nelle ultime 24 ore, il numero piu’ alto dagli inizi della pandemia a marzo.

Qui il sito internet ufficiale del Governo britannico con tutta la lista dei paesi sotto obbligo di quarantena e di quelli esentati dalla misura.

@AgostiniMea


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.