Proton Beam Therapy, apre a Londra nel 2017 il primo centro anti-cancro

La struttura, gestita da un gruppo privato, avrà sede nello storico Royal Masonic Hospital vicino Ravenscourt Park.

Proton Beam Therapy, apre a Londra nel 2017 il primo centro anti-cancro

 

La capitale britannica fa un passo avanti nella lotta contro il cancro.  Lo storico Royal Masonic Hospital di Hammersmith (noto anche come Ravenscourt Park Hospital), riaprirà nel 2017 come ospedale specializzato nella cura ai tumori. Il centro sarà la prima struttura nel Regno Unito in grado di offrire il trattamento noto come “Proton Beam Therapy” (PBT).

Un trattamento riservato però solo ai clienti paganti. Il nuovo centro anti-cancro è infatti un’iniziativa privata. A realizzarlo è  VPS Healthcare, un operatore basato negli Emirati Arabi, che per il progetto investirà la cifra di £105 milioni. Nata nel 2008, VPS Healthcare attualmente gestisce 6 ospedali a Dubai e Abu Dhabi, con circa 7500 dipendenti.  L’apertura dell’ospedale a Londra rappresenta il loro ingresso nel mercato britannico.

La Proton Beam Therapy (PBT) è una forma di radioterapia “mirata”, capace di uccidere le cellule cancerogene senza causare danni alle cellule adiacenti. Per farlo utilizza fasci di protoni (particelle sub-atomiche) invece delle radiazioni utilizzate nella radioterapia tradizionale. La PBT è una terapia considerata particolarmente efficace nel trattamento di tumori infantili e in aree particolari come il cervello e il collo, ma molto costosa e ancora non disponibile nel Regno Unito, né tramite NHS né privatamente.

Sebbene non sia in grado di offrire la PBT, l’NHS ne riconosce la validità, al punto da finanziare, per alcuni casi, le cure in altri paesi. Dal 2008 a oggi, circa 400 pazienti, prevalentemente bambini, sono stati mandati all’estero a curarsi con la PBT, con risultati generalmente positivi.

Di Proton Beam Therapy si è parlato molto lo scorso anno in occasione della vicenda del piccolo Ashya King, un bambino di 4 anni malato di cancro portato dai genitori all’estero nonostante il parere contrario dell’NHS, sfidando la legge britannica. Pochi mesi fa, l’annuncio che le cure con PBT (ricevute nella Repubblica Ceca) sono state efficaci, ed hanno contribuito alla guarigione del bambino.

L’NHS ha in programma la realizzazione di due strutture pubbliche in grado di offrire la PBT, uno a Londra (UCL) e l’altro a Manchester. L’apertura dei centri è prevista per il 2018. Rimane da vedere se e quando l’NHS cambierà i criteri per pagare le cure di PBT.

Il tema della cura contro il cancro in UK rimane fortemente controverso. Un recente report della Cancer Research UK ripreso da Sky News ha rivelato che a migliaia di malati di cancro non sono stati offerti test genetici che permettono di identificare trattamenti mirati, in grado di allungare significativamente la vita.

Francesco Ragni

Londra, 24/8/2015