Povertà a Natale, a Londra un pasto caldo per gli homeless da chef e associazioni italiane

Doppia cena della Vigilia con la Comunità londinese di Sant'Egidio e pasta e panettone con lo chef Enzo Oliveri

Povertà a Natale, a Londra un pasto caldo per gli homeless da chef e associazioni italiane

 

Quest’anno è stato un Natale meno amaro per centinaia di senzatetto londinesi ospiti di chef e associazioni italiane di volontariato in occasione delle cene della Vigilia e del pranzo del 25.

Il 24 la Comunità londinese di Sant’Egidio ha organizzato due appuntamenti distinti, presso l’Istituto italiano di cultura a Belgrave Square e presso il Carmelite Parish Centre nel quartiere di Kensington (nella foto in alto).

Centinaia gli homeless che hanno accolto l’invito a trascorrere la Vigilia in un’atmosfera più accogliente di quella che avrebbero potuto ricevere dalle strade di Londra.

Lo chef Enzo Oliveri durante la consegna dei pasti caldi a Londra lo scorso 25 dicembre

Al tempo stesso, decine i volontari italiani che hanno scelto di non rientrare in Italia per trascorrere le loro festività presso le rispettive famiglie, offrendo un sostegno e una parola di conforto ai senzatetto.

A Natale invece un piatto caldo di pasta e una fetta di panettone sono stati offerti dallo chef Enzo Oliveri che ha dedicato il pranzo del 25 nel suo ristorante di Piccadilly Circus, agli homeless.

Per chi invece non poteva, o non sapeva dell’iniziativa, lo chef siculo ha preparato varie buste con pasti caldi che ha donato ai senzatetto del quartiere, consegnandoglieli personalmente nel corso del pomeriggio.