Un ponte tra Regno Unito e Francia, la proposta di Boris Johnson

L'idea scaturita durante il summit anglo-francese avrebbe trovato d'accordo anche il presidente Macron

Un ponte tra Regno Unito e Francia, la proposta di Boris Johnson

 

Sempre più lontani dall’Europa, ma anche sempre più vicini. A volerlo è il ministeo degli esteri Boris Johnson, tra i maggiori sostenitori dell’uscita del Regno Unito dall’UE, che ha proposto di realizzare un ponte sulla Manica con l’obiettivo di pontenziare i collegamenti, soprattutto economici, tra UK e Francia. Anche se, di fatto, sarebbe meglio dire tra Regno Unito e il resto del Vecchio Continente, vista la posizione strategica della stessa Francia rispetto agli altri stati membri.

Boris Johnson ha incontrato il presidente francese Macron al summit anglo-francese che si è svolto nella giornata di ieri, dichiarando che sia “ridicolo che due delle più grandi economie del mondo siano collegate da un’unica ferrovia“. La proposta, secondo i giornalisti presenti all’incontro, ha trovato terreno fertile tra il presidente francese che ha immediatamente risposto: “Facciamolo“.

Il ponte verrebbe costruito sullo stretto di Dover, o passo di Calais visto con occhi francesi, che rappresenta la distanza più breve del canale della Manica ed equivale a circa 33 chilometri.

E’ uno dei tratti di mare più solcati al mondo: si contano circa 400 navi al giorno che passano di lì, oltre a decine di traghetti che mettono in comunicazione le due sponde opposte alleggerendo il traffico di auto, camion e persone lungo il Tunnel della Manica, in funzione dal 1994 ad una profondità media di 45 metri.