Per quattro mesi niente Northern Line tra Kennington e Moorgate

Il disservizio per concludere lavori di miglioramento e ampliamento che riguarderanno la stazione di Bank

Per quattro mesi niente Northern Line tra Kennington e Moorgate

 

Parte della Northern Line si appresta ad essere chiusa per  quattro mesi per concludere i lavori di rinnovamento della fermata Bank.

I primi disservizi inizieranno a partire da sabato 15 gennaio e andranno avanti fino al mese di maggio; il tratto interessato alla chiusura sarà quello compreso tra Kennington e Moorgate che comprende importanti fermate come quelle di London Bridge, Monument ed Elephant & Castle.

Questo porterà a una maggiore affluenza di viaggiatori verso altre stazioni per i relativi scambi con le altre linee normalmente garantiti dalla Northern. Secondo la TFL, infatti, le fermate di Waterloo, London Bridge, Tottenham Court Road ed Embankment potrebbero essere eccezionalmente trafficate durante le ore di punta, così come quelle di Moorgate, King’s Cross, Camden Town e Westminster.

Il tratto interessato dalla chiusura

A tal proposito l’azienda che coordina il trasporto pubblico londinese consiglia ai passeggeri di viaggiare in orari più tranquilli, se possibile, per evitare il sovraffollamento, quelli compresi tra le 8:45 e le 16:30 e poi dopo le 18:45 nei giorni feriali.

Inoltre, per compensare la parziale chiusura della linea, verrà istituito un autobus, il 733, che coprirà il tratto stradale tra Oval e Finsbury Circus durante i giorni feriali.

Come anticipato, il disservizio nasce da lavori di miglioramento programmati alla stazione di Bank che insieme alla vicina fermata Monument, collegata da un sottopassaggio, sono tra le fermate più trafficate dell’intera Tube, riuscendo a movimentare fino a 120 milioni di passeggeri in un anno, in periodi pre pandemici..

Una volta conclusi i lavori, dal costo di 700 milioni di sterline, Bank aumenterà la capacità del 40%, e sarà inoltre dotata di un nuovo ingresso su Canon Street con un miglior accesso anche per coloro che sono soliti viaggiare salendo sulla DLR.

Le nuove piattaforme e il nuovo atrio dovrebbero essere operativi già nel mese di maggio, mentre le aree interne con lo scambio tra le varie linee e l’aumento dello spazio per gli spostamenti a piedi dei passeggeri dovrebbero essere completati entro la fine del 2022.