Ora è ufficiale: Londra sarà il primo parco nazionale urbano al mondo

Da luglio si fregerà del titolo facendo da apripista a simili iniziative in altri paesi di tutto il mondo

Ora è ufficiale: Londra sarà il primo parco nazionale urbano al mondo

 

Londra ha concluso l’iter partito nel 2014 per ottenere la certificazione di Parco nazionale urbano. Sarà il primo che verrà inaugurato a livello mondiale e accadrà nel prossimo mese di luglio.

Si tratta comunque di un titolo assegnato in casa, dato che a rilasciarlo è la massima autorità inglese in fatto di “verde”: la Natural England, dipartimento del Governo per la tutela dell’ambiente. Ma sta facendo già da apripista ad altre iniziative simili che si stanno concretizzando in altri paesi.

La differenza rispetto a quelli che normalmente vengono definiti parchi nazionali, sta nel fatto che in questo caso il verde da tutelare non si trova circoscritto in un’area rurale, bensì all’interno di un’area urbana, ecco quindi che Londra si fregerà del titolo di città-parco.

Londra ospita oltre 110 kmq di verde, e non soltanto nei parchi più famosi come Hyde Park, i Kew Gardens, Richmond, o Greenwich Park; in realtà, quasi il 50% del territorio della capitale britannica è coperto di parchi giardini, e riserve naturali, e questo la rende una delle città più verdi al mondo e anche più tutelate sott questo punto di vista.

Il Greenwich Park è stato infatti inserito dall’Unesco nella lista dei patrimoni dell’umanità sia per la presenza del famoso meridiano che per la collina, uno dei luoghi più incantevoli dove ammirare la capitale dall’alto (foto in alto).

Più di un anno fa è stato anche inaugurato il “Walthamstow”, la più grande riserva naturale urbana d’Europa che si espande su duecento ettari di terreno nella zona nord est della capitale, sviluppandosi attorno a uno dei più grandi bacini d’acqua del Tamigi.

Il Comune di Londra, per dare ancora più valore al titolo che si appresta a ricevere, ha già presentato un programma di lavori per il valore complessivo di 6 milioni di sterline per incrementare gli spazi verdi e potenziare la raccolta e il riciclaccio dei rifiuti di plastica e, soprattutto, per abbassare il livello di inquinamento dovuto alle polveri sottili dei gas di scarico.

Inoltre, come nuova città-parco, la capitale dovrà mettere in moto anche altre particolari iniziative con obiettivi chiari: dovrà collegare il maggior numero di persone alla natura, migliorando la salute, il benessere e la coesione sociale; dovrà creare molti più spazi verdi e blu (ossia specchi d’acqua) di alta qualità, migliorando il valore della fauna selvatica, oltre a creare un ambiente maggiormente sostenibile dove vivere e lavore.

Tutti i dettagli del progetto World National Park possono essere visionati a questo indirizzo internet.