Arriva dall’Italia il nuovo treno superveloce Londra-Cornovaglia

Sarà costruito a Pistoia, nello stabilimento ex-Ansaldo Breda

Arriva dall’Italia il nuovo treno superveloce Londra-Cornovaglia

 

Sarà costruito in Italia il nuovo treno superveloce AT300 che collegherà Londra con la Cornovaglia.

Lo ha annunciato la giapponese Hitachi, vincitrice dell’appalto per la fornitura dei treni a Great Western Railway (GWR), la società di gestione del trasporto ferroviario del Regno Unito.  La nuova flotta di 29 treni AT300 sarà prodotta nello stabilimento di Pistoia della Ansaldo Breda, l’azienda ceduta lo scorso aprile da Finmeccanica al colosso giapponese, rinominata Hitachi Rail Italy.

È un bel risultato per l’industria manifatturiera italiana, che mantiene la sua forza anche dopo la cessione ai giapponesi. Lo scorso luglio, quando fu siglato l’accordo del valore di £316m, era stato dichiarato che i treni sarebbero stati costruiti in Giappone. A distanza di cinque mesi, la decisione di realizzarli in Italia.

«Una squadra di Great Western Railway e Eversholt Rail, partner di materiale rotabile di GWR, ha recentemente visitato gli impianti di produzione di HRI a Pistoia ed è rimasta colpita dalla qualità di progettazione e produzione del nostro sito.»  ha dichiarato Maurizio Manfellotto, CEO di Hitachi Rail Italy.

Mark Hopwood, Managing Director di Great Western Railway ha detto:  “I treni AT300 sono una pietra miliare fondamentale della nostra strategia per offrire la versione più moderna di una generazione sulla rete Great Western, fornendo più posti a sedere, e servizi più veloci e più frequenti ai nostri clienti tra Londra e il sud-ovest. Hitachi Rail Italy ha un fantastico pedigree nella costruzione e fornitura di treni ad alta velocità di livello mondiale in linea con i tempi e con il budget, e siamo lieti di lavorare con loro su questo progetto”.

I treni AT300 prodotti in Italia saranno utilizzati per collegare London Paddington con le città di Plymouth e Penzance, sulla punta della Cornovaglia.  Una linea fondamentale per il sud-est dell’Inghilterra. I treni viaggeranno sia in modalità elettrica che in modalità diesel (sui binari non elettrificati), e saranno dotati di caratteristiche particolari: una maggiore potenza del motore per far fronte alle pendenze nelle contee del Devon e Cornovaglia, e serbatoi di carburante più capienti per soddisfare i viaggi a lunga percorrenza a Plymouth e Penzance.

Francesco Ragni

Londra, 30/12/2015

foto: Hitachi Rail