Il Sun ritratta: “Napoli non è più una città pericolosa”

Il tabloid inglese torna sui suoi passi dopo dieci giorni dalla pubblicazione e decine di commenti in difesa del capoluogo partenopeo, anche da parte di inglesi

Il Sun ritratta: “Napoli non è più una città pericolosa”

 

Napoli non è più una delle città più pericolose al mondo per il tabloid inglese Sun. La scelta di rimuovere il capoluogo partenopeo dalla lista arriva dopo dieci giorni esatti dalla pubblicazione dell’articolo datato 11 luglio e, soprattutto, dopo decine di commenti di italiani, molti dei quali napoletani, ma anche inglesi, che hanno difeso Napoli evidenziando come non possa assolutamente essere messa a paragone con Raqqa in Siria, Mogadiscio in Somalia o Grozny in Cecenia, scenari di  guerre civili ormai all’ordine del giorno.

Molti hanno evidenziato come anche Perth, in Australia, non abbia nulla a che fare con le altre città inserite nella lista; oltre alle già citate ci sono Manila, Caracas, Kiev, San Pedro e St Louis dove i livelli di illegalità sono davvero alti ed è confermata un’alta concentrazione di organizzazioni malavitose a gestire i territori. Tanto che in alcune di queste città i governi hanno richiesto il supporto dell’esercito per affrontare le bande locali.

La scelta di eliminare Napoli, comunque, è sintomo di come l’autore dell’articolo Guy Birchall abbia stilato la classifica semplicemente secondo una propria opinione, basata sul sentito dire senza quindi fare leva su dati ufficiali elaborati da organi competenti in materia.

Una vittoria anche per l’Ambasciata italiana a Londra che aveva condotto una personale battaglia a suon di tweet e post su facebook evidenziando fin da subito che l’articolo non trovava per nulla riscontro nella realtà dei fatti.

La grafica utilizzata dal Sun per evidenziare le città più pericolore al mondo: in alto quella pubbicata l’11 luglio con Napoli, in basso quella “aggiornata”